Quotidiano Nazionale logo
17 feb 2022

Foppolo, parte il rilancio della ski-area

L’imprenditore Martignon si è aggiudicato all’asta alcuni terreni: migliorerà le piste compresa quella intitolata a Mike Bongiorno

Seggiovia di Foppolo
Seggiovia di Foppolo

Sono inattive da dieci anni ma per circa 50 anni hanno rappresentato parte della storia della stazione sciistica di Foppolo: erano piste importanti, dove si sono disputate gare internazionali e, per alcuni anni, i campionati nazionali dei giornalisti, a cui partecipava Mike Bongiorno, a cui venne intitolata la sua preferita, quella sul monte Toro.
Adesso per le piste i cui tracciati arrivano nella zona degli hotel Des Alpes e Stella Alpina si aprono finalmente nuovi scenari e Foppolo può tornare a sognare gli antichi fasti, quando era meta prediletta di bergamaschi e lombardi, soprattutto milanesi che qui avevano numerose seconde case. La società Devil Peak dell’imprenditore Giacomo Martignon ha infatti acquistato all’asta un lotto di terreni del fallimento Brembo Super Ski: si tratta appunto delle piste 5 e 6 del monte Toro, compresa la famosa pista Mike Bongiorno, che corre parallela, ma sul versante opposto, alla Quarta Baita. L’acquisto rientra nell’ambito del progetto di sviluppo della stazione sciistica, una delle maggiori della Bergamasca, intrapresa dalla società Devil Peak, che è già proprietaria a Foppolo e in Val Carisole di immobili, terreni e delle seggiovie Quarta Baita e Montebello.
"Cercheremo di trovare le soluzioni più adeguate e sicure, visto che si tratta di un demanio soggetto a valanghe - spiega Giacomo Martignon -. La nostra intenzione è quella di riaprirle. Partiremo dalla famosa pista Mike Bongiorno, quella che scendeva a lato della Quarta Baita, in modo da ampliare anche l’offerta di tracciati del Montebello. Il progetto è infatti di allungare la seggiovia del Montebello e di accorciare la Quarta Baita, dedicando quest’ultima ai campi scuola. Poi proseguiremo sul monte Toro".
"Siamo nella fase della richiesta dei permessi agli enti coinvolti - prosegue l’imprenditore -. Stiamo comunque lavorando su un piano piste già esistente, storico, quindi non dovrebbero esserci problemi". I terreni sono stati acquistati all’asta per 125mila euro. "Si tratta - sottolinea il sindaco di Foppolo, Gloria Carletti - di una notizia sicuramente positiva. Quell’area sciabile serviva l’altra metà del paese ed era molto apprezzata". Le due sciovie del monte Toro vennero aperte nel 1962, per essere poi rifatte negli anni Ottanta. La parte bassa venne dismessa nel 2004, quella alta che arriva oltre i 2.100 metri, nel 2010. Mike Bongiorno, appassionato di sci, era uno degli ospiti di Foppolo fin dagli anni Sessanta.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?