Bergamo, 15 aprile 2018 -  E' finito di nuovo nei guai Kiran Maccali, l'ex concorrente del Grande Fratello, originario dell'India, ma residente a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo. sabato pomeriggio i carabinieri lo hanno arrestato  per le continue molestie alla sua ex fidanzata e per aver violato le misure cautelari a cui era sottoposto.

Il 31enne, la scorsa estate, era già stato fermato per aver aggredito prima i propri genitori adottivi, poi i carabinieri che erano intervenuti a riportare la calma dopo che la madre aveva chiamato il 112 per chiedere aiuto. Il ragazzo era stato condannato in primo grado a otto mesi di reclusione per oltraggio, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato. In attesa di giudizio definitivo Kiran, che ha già altri precedenti penali, è stato sottoposto ad alcune misure cautelari, come l'obbligo di dimora e l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Nonostante queste restrizioni avrebbe continuato a molestare l'ex fidanzata, importunandola e minacciandola, nel comune di residenza della giovane in provincia di Brescia. Proprio per aver violato gli obblighi imposti dal giudice è scattata un'ordinanza di aggravamento della misura preventiva: i carabinieri della stazione di Romani di Lombardia l'hanno arrestato e portato nel carcere di via Gleno, a Bergamo. La stessa Corte d’Appello nel relativo provvedimento in cui giustifica l’applicazione del carcere esplicita la mancanza di “capacità autocustodiale” da parte dell’imputato.