Era disciplina olimpica. In Italia la Figest cerca di rilanciarla

Il tiro alla fune, sport olimpico dal 1900 al 1920, sta vivendo una rinascita in Italia grazie all'impegno della Federazione. Morbegno ha ospitato competizioni nazionali e ora gli azzurri si preparano per i Mondiali in Svezia.

Il tiro alla fune è stato uno sport olimpico ai Giochi dal 1900 al 1920. Dopo un repentino declino in Italia è tornato di moda negli ultimi anni frazie anche la lavoro della Federazione. La città di Morbegno (So) ha ospitato per tre volte competizioni nazionali nelle gare organizzate dalla Figest (Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali). La prima è stata la prova di Coppa Italia nell’aprile del 2018 al palasport Enea Mattei. La seconda e la terza rispettivamente a marzo e a novembre 2019 con una tappa di campionato italiano e la finale del Trofeo delle Regioni, entrambe alla palestra di via Faedo. Nel mezzo, alla fine del 2018 anche l’inaugurazione del campo di allenamento, ospitato al Ri-Circolo Acli. Da alcuni anni è uno sport vero e proprio con regole e categorie molto precise e con un seguito di appassionati che sta via via crescendo. Ora i Mondiali in Svezia promettono di regalare altre emozioni agli azzurri.

P.C.