Un'immagine del progetto
Un'immagine del progetto

Dalmine (Bergamo), 21 giugno 2021 -  Un viaggio che collega passato e futuro, facendo da ponte tra due generazioni per favorire l’opportunità di apprendimento e sperimentazione di nuove e innovative pratiche di cura a favore dei più anziani. È questo il progetto messo in campo da Fondazione Dalmine e Centro diurno integrato San Donato di Osio Sotto, in collaborazione con i ragazzi dell’indirizzo socio-sanitario dell’ISIS Einaudi di Dalmine e con il contributo dell’Amministrazione comunale di Osio.
L’iniziativa prevede la realizzazione di un podcast – Prossima Fermata Ricordi – nel quale studenti e anziani condividono un legame intergenerazionale fatto di racconti, di storie e di aneddoti volti a costruire una memoria collettiva del territorio. “Un’idea nata come naturale evoluzione del progetto “Ricordi” avviato proprio con l’ISIS Einaudi, – spiega Manuel Tonolini, responsabile Education della Fondazione -. L’incontro tra due generazioni ha portato diversi giovani ad avvicinarsi al mondo del lavoro, facendo una prima esperienza con ciò che, per alcuni, diventerà la professione di una vita”.
File rouge di questo progetto è il tema del viaggio, per cui è stata realizzata anche una vera scenografia che simula l’ambiente del pullman, in cui da apparenti scambi di informazioni e racconti prende forma una narrazione collettiva fra le persone di età differenti. Dieci studenti della secondaria Einaudi sono stati chiamati a organizzare e gestire un incontro con un ospite del centro diurno, simulando il viaggio in bus da Dalmine a Osio. Punto di partenza dell’attività sono le fotografie provenienti dall’archivio storico della Fondazione Dalmine, relative al lavoro e al tempo libero, che hanno scandito i tempi di questo viaggio tra scoperta e ricordi della città industriale di Dalmine. Un progetto volto a favorire uno scambio culturale diretto e reciproco, per valorizzare e
condividere un patrimonio di conoscenze, valori, saperi e capacità. Oltre agli studenti dell’Einaudi e agli ospiti del CDI San Donato, l’iniziativa promossa da Fondazione Dalmine ha coinvolto 2 ragazzi del Comune di Osio Sotto con spiccate competenze informatiche per la realizzazione del podcast, evidenziando una volta di più la capacità di “fare rete” di enti e istituzioni per un obiettivo comune: favorire la nascita di nuove professionalità nella cura dell’anziano e custodire e diffondere il patrimonio storico e culturale del territorio. Il progetto, che ha preso il via a partire dal mese di aprile, ha portato alla realizzazione di un podcast in 10 puntate che racchiude tutte le interviste e i dialoghi tra studenti e anziani, pubblicato su Spreaker e sulle principali piattaforme podcast.