Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
11 giu 2022

Black-out coi temporali: "Intervenite"

Gli abitanti di Cusio, Averara e Santa Brigida restano spesso al buio per le interruzioni sulla linea elettrica

11 giu 2022
michele andreucci
Cronaca
Disagi ad Averara, uno dei paesi colpiti dai blocchi di corrente anche per intere giornate
Disagi ad Averara, uno dei paesi colpiti dai blocchi di corrente anche per intere giornate
Disagi ad Averara, uno dei paesi colpiti dai blocchi di corrente anche per intere giornate
Disagi ad Averara, uno dei paesi colpiti dai blocchi di corrente anche per intere giornate
Disagi ad Averara, uno dei paesi colpiti dai blocchi di corrente anche per intere giornate
Disagi ad Averara, uno dei paesi colpiti dai blocchi di corrente anche per intere giornate

di Michele Andreucci

Ostaggio dei temporali. Quando grosse nuvole nere si addensano sui centri abitati, annunciando forti temporali, gli abitanti di Cusio, Averara e Santa Brigida, in Alta Val Brembana, iniziano a fare gli scongiuri e a sperare che il maltempo cambi direzione. Invano. I nubifragi da queste parti, soprattutto durante la primavera e la stagione estiva, sono una consuetudine.

Una consuetudine che porta enormi disagi: ogni volta che piove abbondantemente, con vento, tuoni e fulmini, i residenti dei tre paesi restano senza corrente elettrica per ore o anche giorni, con le enormi difficoltà che ciò comporta per la popolazione.

Il problema è che sul territorio ci sono boschi con piante molto alte su terreni assai ripidi e a volte, a causa del vento sempre più forte che accompagna i temporali, finiscono sulla linea elettrica, interrompendola.

L’ultimo episodio si è verificato domenica scorsa, quando, intorno alle 16,30, con soli 10 minuti di vento e pioggia, la corrente è saltata nella zona di Averara, Santa Brigida e Cusio e non è ritornata fino alle 22. Un problema a cui l’Enel avrebbe già trovato una soluzione, ma che non si riesce a risolvere a causa di intoppi burocratici.

"L’Enel – spiega il sindaco di Cusio Andrea Paleni – ha già il progetto. Vuole realizzare circa due chilometri di cavidotto nel terreno, che colleghi la cabina dell’Enel della frazione Cesur di Ornica a quella del Colle della Maddalena sopra Cusio. Questo risolverebbe nella maggior parte dei casi i problemi, perché ora l’elettricità arriva ai nostri paesi solo da un’unica linea, quella che costantemente viene interrotta, mentre con il nuovo collegamento avremmo una seconda via per la corrente, che arriverebbe in caso di necessità da Ornica. Il progetto c’è, i soldi anche e l’impresa è stata individuata. Siamo, però, arenati in attesa delle autorizzazioni regionali per gli attraversamenti dei corsi d’acqua previsti dall’intervento".

"La situazione va risolta e anche il primo possibile – prosegue il primo cittadino di Cusio –, perché la mancanza prolungata di corrente provoca grossi disagi ai cittadini e alle attività commerciali, come i ristoranti che hanno i clienti da accogliere e il cibo da conservare. Per questo martedì è in programma un nuovo incontro tra i sindaci dei Comuni coinvolti e l’Enel, per capire se ci siano novità sulle tempistiche dei lavori".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?