Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
31 mag 2022

Osio, bambini ustionati all’asilo "Attività non autorizzata"

La coordinatrice della scuola materna dove è avvenuto l’incidente "Se l’avessi saputo quello che volevano fare avrei detto di no"

31 mag 2022
I momenti successi all’incidente alla materna parrocchiale “San Zeno“ di Osio Sopra
I momenti successi all’incidente alla materna parrocchiale “San Zeno“ di Osio Sopra
I momenti successi all’incidente alla materna parrocchiale “San Zeno“ di Osio Sopra
I momenti successi all’incidente alla materna parrocchiale “San Zeno“ di Osio Sopra

Le indagini avviate dalla procura accerteranno le responsabilità di quanto accaduto. Nel frattempo, la coordinatrice pedagogica della scuola materna parrocchiale “San Zeno“ di Osio Sopra, chiarisce che "quell’attività non era stata in alcun modo autorizzata. E se l’avessi saputo, non avrei certamente dato l’autorizzazione – ha spiegato Simonetta Nava - Lo ripeterò ai quattro venti, se necessario". Quell’attività cui fa riferimento rappresenta il momento cruciale di quanto accaduto. Un gruppo di papà volontari da una parte, poi le mamme e i bambini nel giardino della materna. È un momento dell’attività ricreativa. Si stanno arrostendo marshmallow, gli snack dolci, quando parte la fiammata colpevole delle ustioni. Forse alimentata con del liquido infiammabile su una carbonella. Sul posto, per un sopralluogo, c’era anche il pm di turno Silvia Marchina, che dovrebbe aprire un fascicolo a carico di ignoti per lesioni colpose. Sulla dinamica dell’accaduto, la coordinatrice non se la sente di aggiungere altro. "C’è già un comunicato della parrocchia", dice. Che, però, non fornisce nessun tipo di elemento utile a chiarire come sono andate le cose. Don Luca Guerinoni, rappresentante legale e presidente della scuola, lo ha letto nel pomeriggio alla presenza dei giornalisti, specificando che delle attività di orientering erano già state organizzata in passato ("tre volte in tre anni diversi prima della pandemia"). In che cosa consistano queste attività ("facevano dei percorsi", risponde il sacerdote) non è ben chiaro. Come non è chiaro quale sia il collegamento tra questi "percorsi" e il cucinare dei dolci. Quel che è certo, almeno secondo la coordinatrice pedagogica, Simonetta Nava, è che mai in passato si sarebbero verificate attività di cucina, tantomeno che prevedessero l’utilizzo di liquidi infiammabili. "Non sarebbero mai state autorizzate". Il bilancio di questa attività non autorizzata però è gravissimo. Una bambina di 4 anni: è stata portata in elicottero all’ospedale ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?