Quotidiano Nazionale logo
29 gen 2022

Aviatico, finisce fuori dal sentiero. Muore in bici nel dirupo artigiano di Lumezzane

Michele Zanelli, 51 anni, di Lumezzane era con amici in Valle Seriana Il volo non gli ha lasciato scampo, sono riusciti solo a dare l’allarme

Michele Zanelli, 51 anni, di Lumezzane (Brescia), artigiano, sposato, padre di due figli
Michele Zanelli, 51 anni, di Lumezzane

Bergamo - La mountain bike era una delle sue grande passioni. Michele Zanelli, 51 anni, di Lumezzane (Brescia), artigiano, sposato, padre di due figli, di cui uno minore, amava postare sui sociale le immagini della sua bicicletta e i percorsi effettuati. L’artigiano ha perso la vita dopo essere precipitato in un dirupo per oltre un centinaio di metri. L’incidente è avvenuto a Valgua, tra Aviatico e Albino, nella zona di Ama, in Valle Seriana, intorno alle 13.30. Secondo una prima ricostruzione il 51enne era assieme a due amici bresciani, con cui altre volte aveva condiviso escursioni in bici. Il gruppetto stava percorrendo un sentiero quando ad un certo punto ha perso l’equilibrio ed è caduto finendo in un dirupo sottostante mentre scendeva verso Albino. Gli amici lo hanno visto precipitare e non hanno potuto fare nulla se non lanciare l’allarme. "Quella è una zona impervia, dove c’è ghiaccio in questo periodo", ha spiegato il sindaco di Aviatico, Mattia Carrara. Lanciato l’allarme, la centrale operativa del 118 ha inviato sul posto i tecnici del Soccorso alpino di Gazzaniga, l’ elisoccorso si è alzato in volo da Milano. Per il recupero del ciclista sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Zogno, i Saf (nucleo Speleologico alpino-fluviale) della centrale di Bergamo e i carabinieri della Compagnia di Clusone. Gli uomini del Saf hanno recuperato il corpo del 51enne con l’ausilio dell’elicottero del 118, e lo hanno portato a valle: la salma è stata composta nella camera mortuaria, a disposizione dell’autorità giudiziaria. E sempre ieri pomeriggio un altro incidente si è verificato a Costa di Mezzate, poco dopo le 13, dove due donne — una di 37anni, che sarebbe in pericolo di vita, l’altra di 45 anni — sono state investite, in via Leonardo da Vinci, la strada che attraversa il paese. Secondo una prima ricostruzione pare che le due donne stessero stessero raggiungendo la scuola per recuperare i figli. Stavano camminando sulle strisce pedonali, dopo la rotatoria principale, quando sono state travolte dall’auto. La 37enne è stata scaraventata per parecchi metri, è stata portata all’ospedale Papa Giovanni XXIII in codice rosso. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?