Quotidiano Nazionale logo
18 gen 2022

Addio a Carlo, l’ultimo “paluter“ Con il suo carro anticipò Amazon

Per mezzo secolo, a partire dagli anni ’50, ha fatto la spola con Crema per vendere la sua mercanzia porta a porta

Carlo Vanoli con il suo carretto stracolmo di merce da vendere porta a porta
Carlo Vanoli con il suo carretto stracolmo di merce da vendere porta a porta
Carlo Vanoli con il suo carretto stracolmo di merce da vendere porta a porta

Addio all’ultimo ‘“paluter“, l’uomo che con il suo cavallo e il suo carro stracolmo di mercanzia batteva la piazza vendendo qualsiasi cosa. Aveva 87 anni e si chiamava Carlo Vanoli. È stato trovato morto venerdì scorso nella sua casa di Valle Costa Imagna, dove viveva da solo dopo la morte della moglie, due anni fa. Carlo Vanoli negli anni 50, da Valle Costa Imagna veniva a Crema col suo cavallo e il suo carro, nel mese di aprile, per vendere la sua mercanzia. Lo stesso mestiere lo esercitavano anche gli altri fratelli Giuseppe, Lodovico e Angelo.

Il primo era deceduto nel 1955, travolto dal suo stesso carretto. Aveva lasciato la moglie e i due figli piccoli. Qualche anno più tardi Carlo aveva sposato la vedova e adottato i due figli. Carlo e Lodovico tutti gli anni venivano a Crema in primavera e vi restavano fino a settembre. Alloggiavano con i carri e i due cavalli presso la trattoria della Pesa, in via IV Novembre e poi, quando questa chiuse, in una cascina di S. Maria. I due fratelli si erano divisi il territorio: Carlo batteva la città, mentre Lodovico i paesi nei dintorni. Carlo ha esercitato questo mestiere per oltre 40 anni. Ritiratosi in pensione negli anni ‘90, era rimasto stabilmente a Valle Costa Imagna. Di tanto in tanto però veniva a Crema a trovare gli amici per un pranzo in compagnia.

Piergiorgio Ruggeri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?