Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 mar 2022

Atalanta, quando torna Zapata: i primi segnali positivi

Manca poco al rientro in campo dell'attaccante colombiano: ipotesi Napoli

23 mar 2022
fabrizio carcano
Sport
featured image
Duvan Zapata
featured image
Duvan Zapata

Due settimane fa Duvan Zapata aveva postato una sua foto durante un allenamento fitness ad alta intensità in un centro riabilitativo di Siviglia con la scritta: "Manca poco". E adesso manca poco davvero al rientro del bomber colombiano, che avrebbe dimezzato i tempi di recupero dall’infortunio muscolare all’adduttore, tanto da poter tornare ad allenarsi con i compagni già dalla prossima settimana.

Venerdì prossimo, il primo aprile, Zapata festeggerà i suoi 31 anni al centro sportivo di Zingonia. Il bomber cafetero sembrava aver concluso anticipatamente la sua stagione dopo la ricaduta muscolare (il precedente infortunio era avvenuto il 21 dicembre a Genova) del 6 febbraio contro il Cagliari. Realisticamente si ipotizzava uno stop minimo di tre mesi, più concretamente di tre mesi e mezzo dunque. Invece il colombiano avrebbe letteralmente dimezzato i tempi di recupero, riducendoli a sette settimane, con una terapia conservativa svolta in una struttura specializzata a Siviglia, dove si trova attualmente seguito dall’equipe spagnola del professor Carlos Pedrosa, che aveva già seguito il giocatore in un precedente analogo infortunio alla gamba destra (stavolta è la sinistra) nel 2019.

Zapata a febbraio, dopo un consulto con uno specialista finlandese, ha scelto di evitare l’intervento chirurgico, che avrebbe comportato tempi di riabilitazione più lunghi, e scegliere la cosiddetta terapia conservativa, una terapia fisioterapica soft per allungare i tessuti e favorire un graduale e progressivo riaccostamento del tendine dell’adduttore sinistro.

Scommessa vinta, si parlava di 10-11 settimane per recuperare invece ne sono bastate sette. Nello scorso fine settimana l’attaccante è tornato a Bergamo, per incontrare i compagni prima della trasferta di Bologna e sottoporsi ad una serie di visite mediche, e ad esami strumentali accurati, che hanno dato esito favorevole. La lesione muscolare all’adduttore è stata riassorbita e il recupero può considerarsi quasi completato. Pertanto già dalla settimana prossima il giocatore dovrebbe aggregarsi ai compagni e riprendere ad allenarsi con il pallone.

A questo punto l’obiettivo è riaverlo disponibile per il doppio confronto contro il Lipsia il 7 e 14 aprile, anche se ovviamente Zapata ricomincerà dalla panchina e per vederlo titolare servirà qualche settimana. Ma non è da scartare l’ipotesi che il numero 91 possa essere tra i convocati già per la partita casalinga del 3 aprile contro il Napoli, una sfida in cui tra l’altro è ex di turno.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?