Quotidiano Nazionale logo
18 apr 2022

Atalanta-Verona, le pagelle: si salvano solo Scalvini e Zappacosta

Malissimo gli attaccanti nella sconfitta al Gewiss Stadium

fabrizio carcano
Sport
Atalanta's Giorgio Scalvini in action during the Italian Serie A soccer match Atalanta BC vs Hellas Verona FC at the Gewiss Stadium in Bergamo, Italy, 18 April 2022.
ANSA/PAOLO MAGNI
Prima rete in serie A per Giorgio Scalvini

Bergamo, 18 aprile 2022 - Nell’Atalanta che crolla in casa contro il Verona si salvano Scalvini e Zappacosta. Malissimo gli attaccanti.

Musso 5,5
Nel primo tempo non appare sicuro in alcuni interventi. Poi si riscatta evitando più volte il tris veronese.
Scalvini 6
Serata difficile per lui come per tutti i difensori nerazzurri, ma a 18 anni trova il suo primo gol in serie A e dimostra carattere.
Demiral 5,5
Dietro fa meno danni degli altri ma affonda sullo 0-2 con il resto della retroguardia.
56’ Djimsiti 5,5
Entra ma dietro la difesa continua a sbandare anche con lui.
Palomino 5
È il capitano di una retroguardia che incassa due gol e subisce tre pali.
Hateboer 5
Nell’ultimo mese uno dei peggiori, dalla sua parte non arrivano più i cross.
56’ Pezzella 5
Entra per dare più spinta ma si impaluda con giocate sbagliate.
De Roon 5,5
Nel primo tempo è uno di quelli che si salva, nella ripresa si innervosisce e sbaglia tanto.
Koopmeiners 5
Partita incolore, commette un errore decisivo nella chiusura difensiva su Ilic da cui scaturisce il secondo gol con il suo tocco finale decisivo.
Zappacosta 6
Il migliore con Scalvini, corre tanto e produce buoni cross tra cui l’assist per il gol.
Malinovskyi 6
Parte bene e sfiora il gol dopo appena cinque minuti con una bordata in area. Si infortuna al ginocchio alla mezz’ora
Dal 34’ Miranchuk 4
Ormai ospite fisso dell’ennesima puntata di ‘Chi lo ha visto?’. Settanta minuti di nulla.
Zapata 5
Ha giocato quattro gare in dieci giorni e non ne ha più. Ha sbagliato tanto ma ha delle attenuanti
Boga 4
Quando scatta palla al piede è velocissimo ma va sempre a sbattere su un difensore avversario. Inconcludente, prevedibile e e così anche inutile.
55’ Muriel 4
Come se non fosse nemmeno entrato, tanto valeva mandarlo in tribuna…
All. Gasperini 5
La squadra affonda e lui non riesce a tenerla a galla. Tredici punti nel girone di ritorno sono una media da retrocessione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?