L'esultanza dell'Atalanta
L'esultanza dell'Atalanta

Torino, 19 maggio 2019 - L’Atalanta dimentica la beffa della sconfitta nella finale di Coppa Italia a Roma. Meritato 1-1 sul campo della Juventus. La Champions e ad un passo vista la sconfitta dell'Inter, mentre l'Europa League è già certa.

Nella notte della festa scudetto della Juventus, e dell’addio bianconero ad Allegri e Barzagli, la Dea accarezza per ottanta minuti l’impresa di espugnare la fortezza dell’Allianz Stadium, grazie ad una rete da rapace d’area di Josip Ilicic al 33’ del primo tempo, si fa agganciare da una prodezza di Mandzukic a dieci minuti dalla fine, e strappa un 1-1 che trasforma in realtà i sogni europei atalantini.

Un punto pesantissimo quello conquistato a Torino. Perché la Dea per il terzo anno consecutivo, e per la prima volta nella sua storia, si garantisce aritmeticamente a novanta minuti dalla fine del campionato il quinto posto in classifica che qualifica direttamente ai gironi dell’Europa League senza passare dai preliminari estivi.

false

Era l’obiettivo stagionale dell’Atalanta e Gasperini e i suoi lo hanno raggiunto. Ma il bello deve ancora venire perché il prezioso punto ottenuto in casa della Signora campione d’Italia rappresenta anche una seria ipoteca per qualcosa di neanche immaginabile a inizio stagione: la prima storica qualificazione ai gironi della Champions League.

A questo punto all’Atalanta basterà battere domenica prossima al Mapei Stadium di Reggio Emilia, davanti al proprio pubblico, il demotivato Sassuolo per conquistare il posto nella coppa regina. L’Europa League in cassaforte, la qualificazione alla Champions a portata di mano: la delusione della Coppa Italia è già svanita. E Bergamo si prepara a fare ancora festa. 

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 6; Cancelo 6, Barzagli 6,5 (61’ Mandzukic 7 ), Bonucci 6, Alex Sandro 5,5 (46’ Bernardeschi 6,5); Emre Can 6, Pjanic 6, Matuidi 6 (85’ Kean s.v.), Cuadrado 6, Dybala 6, Cristiano Ronaldo 5,5. Voto squadra 6. All.: Allegri 6
ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 6; Hateboer 6,5, Djimsiti 6,5, Masiello 6,5; Castagne 6, de Roon 6,5, Freuler 6,5, Gosens 6,5 (61’ Mancini 6) ; Gomez 6,5 (74’ Pasalic 6) ; Ilicic 7 (77’ Barrow 6) , Zapata 6. All.: Gasperini 7. Voto squadra 6,5
Arbitro: Rocchi 6
Marcatori: 33’ Ilicic (A), 80’ Mandzukic (J)
Spettatori: 39.531