Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini

Bergamo, 25 settembre 2020 - “In queste settimane è stato fatto un buon lavoro, fisicamente stiamo bene. Abbiamo molta voglia di ricominciare, ci aspettano tanti impegni stimolanti. Prima però cominciamo, poi ci porremo degli obiettivi strada facendo”. Alla vigilia del debutto in campionato, domani pomeriggio sul campo del Torino, Gian Piero Gasperini lancia la sua Atalanta. Pronta e motivata, per la quinta stagione con il Gasp al timone.

Sarà un campionato diverso, più equilibrato, ci sono tante squadre che si possono aggiungere e che hanno alzato il livello. arrivati giocatori interessanti. Qualcuno ha bisogno di tempo per recuperare, Romero domani sarà squalificato. Diciamo che adesso ripartiamo con quelli che hanno finito il campionato scorso ma in prospettiva potremo avere delle buone soluzioni”, ha spiegato il tecnico atalantino nella tradizionale conferenza stampa della vigilia tenuta al centro sportivo di Zingonia.

Avvertendo i suoi sui pericoli rappresentati da un rinnovato Torino. “Affrontiamo una squadra costruita per avere ambizioni importanti. Hanno cambiato allenatore, sono in una fase nuova ma hanno valori riconosciuti sia in campo che in panchina. Giampaolo saprà fare sicuramente un ottimo lavoro”. All’Olimpico ovviamente non ci sarà Josip Ilicic, che sta lavorando a parte con il preparatore atletico, ma sul punto Gasperini frena: “Non gli metto fretta, l'importante è che Ilicic abbia messo alle spalle il brutto momento che ha passato. Ha ricominciato e su di lui siamo più fiduciosi di qualche settimana fa, ma si allena con la squadra solo da tre giorni. Sta lavorando con buona continuità, anche se non ha fatto le partitelle: è solo questione di rimetterlo in condizione. La notizia più bella è che sta superando i suoi problemi. Convocarlo? Per ora no, resta in sede ad allenarsi e domenica riprenderà con noi. Se e quando sarà in grado di giocare anche spezzoni, lo convocherò”.