Gian Piero Gasperini (Ansa)
Gian Piero Gasperini (Ansa)

Bergamo, 28 dicembre 2019 - La favola dell’Atalanta ha ancora molte pagine da scrivere. Parola di Gian Piero Gasperini premiato con la cittadinanza onoraria dal comune piemontese di Sauze d’Oulx, località montana da sempre frequentata dal tecnico di Grugliasco. Che con l’occasione, parlando ai microfoni di Sky Sport, ha spiegato: “Questo per l’Atalanta è un momento straordinario, dobbiamo cercare di farlo durare il più possibile. L'Atalanta ha la possibilità di continuare a sognare. Quando le ottime stagioni si ripetono vuol dire che c’è del valore".

Valore che Gasperini identifica nel gruppo, ormai lo stesso dall’estate 2018. “E' il secondo anno – ha sottolineato Gasp - che riesco a giocare con la stessa squadra, possiamo andare in gol con grande frequenza, quest'anno abbiamo segnato davvero tanto. Noi dobbiamo pensare momento per momento, siamo ambiziosi ma siamo anche un gruppo umile e pian piano spostiamo l'asticella. Siamo consapevoli che più sali più aumentano le difficoltà. Il presidente Percassi è entusiasta e questa per me è una grande soddisfazione, l'entusiasmo che c'e attorno alla squadra da parte della città l'ho visto poche volte”.

Chiosa sui tanti complimenti ricevuti da avversari e addetti ai lavori in questo 2019. “Ricevo complimenti che giornalmente giro ai miei ragazzi. Tanti mi dicono che noi giochiamo a uomo a tuttocampo, ma in realtà siamo una squadra aggressiva che cerca di recuperare subito il pallone. Ci distinguiamo un po' dalla normalità e questo ci ha premiato. Gioco alla Gasperini? Sono contento che in Europa sia stato visto positivamente il nostro modo di giocare. Il fatto di aver superato il turno vincendo due partite e pareggiando col City – ha concluso Gasperini - ci ha dato grande fiducia”.