Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Atalanta, domani col Milan a San Siro per l’Europa. Probabili formazioni e dove vederla

Nerazzurri obbligati a vincere. Gasperini, senza capitan Toloi, in avanti punta sulla coppia Zapata-Muriel con Pasalic tra le linee

fabrizio carcano
Sport
Atalanta's Mario Pasalic scores the goal 1-1 during the Italian Serie A soccer match Atalanta BC vs US Salernitana 1919 at the Gewiss Stadium in Bergamo, Italy, 2 May 2022.
ANSA/PAOLO MAGNI
Mario Pasalic

Bergamo, 14 maggio 2022 - L’Atalanta domani a San Siro si gioca l’Europa. Nella più difficile delle partite, contro la capolista Milan lanciatissima verso lo scudetto, la Dea cerca un risultato positivo per continuare a coltivare il sogno della sesta qualificazione consecutiva alle coppe europee, per fare una sorta di ‘cappotto’ con Gian Piero Gasperini. Curiosamente per uno strano ricorso storico anche nel 2018 la Dea, che chiuse settima, strappò la qualificazione europea proprio contro il Milan sempre alla penultima di campionato, con un pareggio casalingo per 1-1 con una rete al 90’ di Andrea Masiello per il pari dopo il vantaggio dell’ex Kessie. Un precedente a cui scaramanticamente si aggrappano i tifosi nerazzurri, consapevoli della situazione complicata dei nerazzurri, ottavi con 59 punti insieme a Fiorentina e Roma ma penalizzati dai confronti diretti negativi contro i viola e i giallorossi. Che sulla carta hanno due partite facili contro Sampdoria e Venezia.

Sfida decisiva

L’Atalanta in caso di sconfitta a San Siro sarebbe fuori dalla corsa europea, in caso di pareggio avrebbe ancora delle possibilità (con l’ultima gara casalinga contro l’Empoli) ma legate ai risultati delle rivali. Per avere il proprio destino in mano la Dea è costretta a vincere al Meazza. Anche in questo caso i precedenti sono incoraggianti: con Gasperini in panchina in cinque anni sono arrivati due successi e tre pareggi in casa del Diavolo. E l’ultima volta, nel gennaio 2021, la Dea trionfò al Meazza per 3-0 ridimensionando il Milan di Pioli allora capolista all’ultima del girone di andata. Domani toccherà a Duvan Zapata e a Luis Muriel trascinare la Dea verso quella che potrebbe essere l’ultima grande impresa di un gruppo che negli ultimi quattro anni ha ottenuto risultati straordinari, pur senza mai sollevare un trofeo, conquistando dal 2018 in poi tre terzi posti consecutivi, due finali di Coppa Italia, un quarto e un ottavo di finale di Champions.

Fuori Toloi, Ilicic e Pezzella

Battere il Milan sarebbe l’epilogo migliore per chiudere un quadriennio d’oro e aprire una nuova pagina, con una squadra ringiovanita ma non ridimensionata, con la garanzia della continuità tecnica garantita da Gian Piero Gasperini, che verrà confermato a prescindere dalla qualificazione europea o meno. Atalanta senza il capitano Toloi, senza il solito Ilicic e senza Pezzella. Dietro alla punte ci sarà l’ex di turno Mario Pasalic cannoniere stagionale con 15 gol. Davanti al portiere Musso annunciata la difesa a tre con Demiral e Palomino e ballottaggio tra Scalvini e Djimsiti, mentre in mezzo De Roon e Freuler saranno affiancati dagli esterni Hateboer e Zappacosta.

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Palomino, Demiral, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Zappacosta; Pasalic; Muriel, Zapata.
All. Gasperini

Dove vederla: diretta tv dalle 18 su Dazn
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?