Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

Un primo tempo da sogno, un secondo tempo da incubo. In mezzo l’infortunio a Demiral, migliore in campo. L’Atalanta perde per 3-2 sul campo del Manchester United una partita incredibile dai due volti. Dea perfetta nel primo tempo, capace di chiudere ogni spazio ai Red Devils, padrona del campo, perfetta in contropiede e cinica nel trovare due gol, il primo al quarto d’ora con un cross di Zappacosta per l’inserimento perfetto di Pasalic e il raddoppio al 29’ con un’incornata di Demiral su corner di Koopmeiners.
Quaranta minuti di monologo nerazzurro, con lo United barcollante sul punto di andare al tappeto per ko.
Ma nella ripresa cambia tutto: la Dea perde Demiral per infortunio e si sfilaccia dietro, mentre il Manchester inserisce i fuoriclasse strapagati Pogba, Sancho, Cavani, stelle in grado di illuminare il gioco dei Red Devils, spenti nei primi 45 minuti.
Proprio l’ingresso di Pogba cambia il ritmo, i Red Devils dimezzano al 52’ con un contropiede di Rushford propiziato da un errore di Ilicic.
Ma la Dea tiene botta e amministra il vantaggio e a venti minuti dalla fine avrebbe anche l’occasione per chiuderla sul 3-1: il portiere spagnolo De Gea respinge con due prodezze consecutive su Zapata e Malinovskyi.
Poi il finale è tutto dei padroni di casa. Che trovano il pareggio al 75’ con il nazionale britannico Maguire che impatta con una rasoiata in area. Il 3-2 definitivo arriva sette minuti dopo con l’atteso gol di Ronaldo che anticipa Palomino di testa. United ora primo nel girone con 6 punti, con Atalanta e Villarreal secondi con 4 punti e lo Young Boys ultimo con 3. Il 2 novembre si replica a campi invertiti con il Manchester che farà visita a Bergamo alla squadra di Gasperini al Gewiss Stadium.