Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Atalanta, Gasperini "Campionato e coppa, in pochi giorni ci giochiamo tanto"

L’ultimo colpo: dall’Udinese arriva Ali Adnan il “Bale della Mesopotamia’’

di FABRIZIO CARCANO
Ultimo aggiornamento il 18 agosto 2018 alle 08:29
Gian Piero Gasperini

Bergamo, 18 agosto 2018 - Il mercato dell'Atalanta si chiude con un doppio colpo realizzato nelle ultime 24 ore. Dopo il blitz che ha portato a Bergamo il 25enne centrocampista Emiliano Rigoni, ieri l’affare lampo con l’Udinese per il difensore laterale iracheno Ali Adnan, per regalare a Gasperini un’alternativa a Masiello e Toloi. Che alla fine, senza nessuna cessione di titolari, ha avuto i quattro rinforzi di esperienza e qualità richiesti a luglio (Adnan, Pasalic, Rigoni e Zapata), più il polacco Reca, l’albanese Djimsiti e giovani da valorizzare come Pessina, Valzania, Tumminello e lo sfortunato Varnier. Mercato chiuso con due botti finali, Rigoni e il colpo a sorpresa Adnan, realizzato con uno scambio con l’Udinese: in Friuli l’esterno Marco D’Alessandro, fuori dai piani tattici atalantini, e Ali Adnan in viaggio sulla A4 verso la città dei Mille. Classe 1993, talento esploso giovanissimo, Adnan, dopo un biennio in Turchia, è approdato a Udine nel 2015: il primo iracheno di sempre ad esordire in serie A dove in tre anni in bianconero ha collezionato 65 presenze e due reti, la prima curiosamente proprio al Genoa di Gasperini. Giocatore dotato tecnicamente e robusto fisicamente, ma estremamente veloce, tanto da essere ribattezzato il “Bale della Mesopotamia’’, Ali Adnan farà il cambio dei laterali, mentre Djimsiti sarà il terzo centrale dietro a Palomino e Mancini.

Intanto ieri è arrivato al centro sportivo di Zingonia, per le visite mediche e la firma del contratto, l’argentino Emiliano Rigoni. Sorrisi e dichiarazioni di rito («Spero di non deludere le aspettative e vincere tanto. Gomez mi ha parlato molto bene dell’Atalanta») per l’ex Zenit, che Gasperini intende utilizzare da esterno a sinistra in un centrocampo a cinque dove Pasalic arretrerebbe da mediano. «Vedo che si esprime meglio dietro», ha spiegato il mister dopo aver provato il croato giovedì contro l’Hapoel al posto di De Roon. E in attesa di Ilicic, che tra oggi e domani dovrebbe lasciarel’ospedale di Bergamo dove è ricoverato da venerdì scorso, è probabile che il giovane Matteo Pessina continui a giostrare da trequartista, prenotandosi una maglia da titolare lunedì sera contro il Frosinone. Siamo a un mini-ciclo di partite importanti che vedranno l’Atalanta in campo per ben cinque volte tra campionato e play-off di Europa League da lunedì a inizio settembre. «Ora con la testa dobbiamo andare subito all’inizio del campionato. Questa è una fase fondamentale, le prossime settimane saranno importantissime per il prosieguo della stagione perché anche in Europa ci giochi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.