Quotidiano Nazionale logo
22 dic 2021

L'Atalanta chiude il 2021 con il record di punti

Gasperini sorride, ma recrimina: "Raccolto poco nelle ultime due partite"

fabrizio carcano
Sport
Atalanta's coach Gian Piero Gasperini gesture during t he Italian Serie A match, Genoa CFC vs Atalanta BC at Luigi Ferraris stadium in Genoa, Italy, 21 december 2021.
ANSA/LUCA ZENNARO
Gian Piero Gasperini

L’Atalanta ha chiuso il suo 2021 con un bilancio positivo. Il terzo posto della scorsa stagione, la finale di Coppa Italia, adesso il record di punti nel girone di andata con 38 punti, due più dello scorso anno, tre in più rispetto a due anni fa. E Gian Piero Gasperini, in un’intervista rilasciata al sito ufficiale atalantino, tira le somme, al netto di qualche rammarico per questo finale con la sconfitta contro la Roma e il pareggio sul campo del Genoa. “Non è facile vincere sempre, ci abbiamo provato fino alla fine anche ieri a Genova, c’è un po’ di rammarico per queste ultime due partite in cui abbiamo raccolto poco, meno di quanto meritavamo per le prestazioni offerte, ma chiudiamo il girone di andata con il nostro record di 38 punti. E' un record per la mia gestione e per l'Atalanta in assoluto. Globalmente dobbiamo essere soddisfatti", ha sottolineato Gasp. Che stanotte al ritorno da Genova ha congedato i suoi per sette giorni.

Ripresa dei lavori al centro sportivo di Zingonia fissata per mercoledì 29 dicembre, con una seduta pomeridiana. Una settimana per scaricare le tossine negative accumulate nelle ultime settimane, con le sconfitte casalinghe contro il Villarreal e la Roma, e per recuperare le energie dopo un tour de force da 24 partite in 4 mesi esatti. Alla ripresa agonistica subito una raffica di impegni ravvicinati: il Torino in casa all’Epifania, tre giorni dopo l’Udinese in trasferta, altri tre giorni dopo il big match contro l’Inter sempre al Gewiss. “Adesso facciamo una settimana di vacanza e poi cercheremo di ripartire: negli ultimi quattro mesi abbiamo giocato veramente tanto, tra campionato e Champions, e quando ricominceremo a gennaio sarà altrettanto, perché ci aspettano tante partite, con in più anche la Coppa Italia, e giocheremo sempre ogni tre giorni”.

Nessun proclama per l’anno che arriverà. “Sappiamo che questo è un campionato veramente equilibrato, con continue svolte e situazioni particolari, per cui non bisogna mai esaltarsi dopo una vittoria o demoralizzarsi dopo un risultato negativo perché ogni partita è molto difficile. Sappiamo già che il girone di ritorno sarà più difficile perché come sempre molte squadre si rinforzeranno”, ha concluso Gasperini.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?