Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Atalanta-Lipsia, dentro o fuori dall'Europa League? Attesi 20mila tifosi al Gewiss Stadium

Nerazzurri in campo domani alle 18.45 dopo l'1-1 dell'andata. Gasperini: "Conta solo vincere, vogliamo la semifinale. Ma essere qui è già una vittoria" 

fabrizio carcano
Sport
Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini

Bergamo, 13 aprile 2022 - Dentro o fuori. Domani pomeriggio Atalanta e Lipsia si affrontano solo per vincere nella gara di ritorno dei quarti di finale di Europa League in programma al Gewiss Stadium alle 18.45. Non valendo più la regola del numero dei gol segnati in trasferta dopo l’1-1 della settimana scorsa a Lipsia si riparte da zero: passa chi vince, in caso di parità dopo 120 minuti si calciano i rigori. Favorita la Dea, per il fattore campo, per i 20mila tifosi che riempiranno il catino di viale Giulio Cesare. “Le due squadre per me hanno il 50% di possibilità di vincere: noi giocando in casa potremo avere un aiuto in più dal nostro pubblico, ma all’andata potevamo vincere noi e potevano vincere loro”, ha spiegato Gian Piero Gasperini nella tradizionale conferenza stampa della vigilia, ripetendo un concetto: conta solo vincere. Per entrambe le squadre. “È così, questa è una partita in cui entrambe le squadre hanno un solo risultato, la vittoria, per cui entrambe le squadre dovranno provare a vincere per conquistare un obiettivo importante come la semifinale di questa coppa.”

Partita definita dallo stesso Gasperini uno ‘spartiacque’ nella stagione di un’Atalanta scivolata all’ottavo posto in campionato e attardata su Roma e Lazio. “Arrivati a questo punto della competizione le gare sono equilibrate e diventano aperte, perché qui non è previsto il pareggio e deve venire fuori un vincitore per forza. Raggiungere la semifinale per noi sarebbe un traguardo importantissimo peraltro quasi mai raggiunto dalle squadre italiane negli ultimi anni, una semifinale è qualcosa che rimane scritto e viene ricordato. È il momento più importante della nostra corsa europea? Siamo arrivati con il Paris St Germain ad un minuto da una semifinale di Champions, se conquistassimo una semifinale di Europa League sarebbe il nostro punto più alto, ma già arrivare a giocarci partite di questo livello per noi rappresenta comunque una vittoria”.

Dea che si presenta a questa gara da dentro o fuori dopo due sconfitte consecutive in campionato… “Se riuscissimo - ha sottolineato Gasp - ad andare in semifinale diventerebbe prioritaria l’Europa League, se invece dovessimo uscire ci sarebbe ancora il tempo e la possibilità di giocarci il nostro finale di campionato”. Tra i nerazzurri non ci saranno Ilicic, Maehle e Toloi: “Djimsiti e Freuler potrebbero esserci, ma decideremo dopo la seduta di rifinitura. Zapata? È un giocatore completamente recuperato e pronto per questa partita”, ha chiosato Gasp. Prudente invece il giovane tecnico avversario, Domenico Tedesco, che vola basso nonostante un Lipsia quarto in classifica in Bundesliga e reduce da due vittorie consecutive per 4-1 contro il Borussia Dortmund e per 3-0 sull’Hoffennheim. “Veniamo a Bergamo consapevoli di essere in un buon momento dopo la partita dell'andata in casa non perfetta. Cercheremo di migliorare, altrimenti sarà molto difficile. Abbiamo concesso troppo all’andata contro avversari aggressivi, mi pare otto corner: Pasalic e Koopmeiners hanno preso il palo. In Italia tanti avversari sanno come affrontarla. L'Atalanta copre tutto il campo e in Germania non si fa spesso, si gioca a zona. Fanno tante cose in modo fantastico: serve una prestazione al top. Dobbiamo cambiare e non sbagliare negli ultimi metri delle transizioni, altrimenti verremo puniti”, ha sottolineato il 37enne allenatore nato in Calabria ma cresciuto in Germania.

Probabili formazioni
ATALANTA (3-4-2-1): Musso; De Roon , Demiral, Palomino; Hateboer, Koopmeiners, Pasalic, Zappacosta; Malinovskyi, Pessina; Zapata. Allenatore: Gasperini
LIPSIA (3-4-1-2): Gulacsi; Klostermann, Gvardiol, Orban; Henrichs, Laimer, Kampl, Angeliño; Dani Olmo; Nkunku, André Silva. Allenatore: Tedesco

Dove vederla: diretta dalle 18,45 su Sky Sport Uno o Sky Sport 4K

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?