Malpensa (Varese), 12 gennaio 2017 - EasyJet non «molla» la tratta Malpensa-Fiumicino. Si assiste, quindi, a una sorta di dietrofront, contrariamente a quanto si era ipotizzato a dicembre, quando l’aeroporto della brughiera sembra dovesse subire nel giro di tre mesi due colpi «duri» proprio sul fronte del collegamento fra le due «capitali» del Paese con l’addio di Alitalia prima e quello della compagnia inglese.

EasyJet, invece, ha scelto di proseguire. Di sicuro fino a ottobre, poi si vedrà. Il motivo? Forse proprio perché il disimpegno del vettore di bandiera tricolore ha liberato qualche quota di mercato, quanto meno da testare. La conferma arriva da una nota stampa arrivata dall’ufficio che cura la comunicazione della compagnia britannica che annuncia la campagna vendite della stagione primavera-estate con la prosecuzione della tratta Malpensa-Fiumicino.

«EasyJet - si legge nella nota - compagnia aerea leader in Europa, mette in vendita dalla prossima settimana i voli tra Milano Malpensa e Roma Fiumicino per il periodo marzo-ottobre 2017». Niente addio alla «navetta» che collega le due più importanti città d’Italia. I dirigenti di EasyJet scelgono di giocare ancora qualche carta sulle ruote di Milano e Roma, nella convinzione che la loro ostinazione venga premiata.

E nella consapevolezza, forse, che ci sia ancora spazio sul mercato per un servizio del genere. Tanto più adesso, con l’addio di Alitalia. «Rivediamo costantemente la programmazione dei nostri voli per assicurare un’offerta sostenibile e allineata alle necessità dei nostri passeggeri – ha dichiarato Frances Ouseley, direttore di EasyJet per l’Italia - Nell’attuale contesto di mercato, abbiamo voluto dare continuità al collegamento tra Milano Malpensa e Roma Fiumicino, offrendo una proposta completa ai viaggiatori che ogni giorno scelgono di spostarsi tra Milano e Roma». Ogni settimana ci saranno a disposizione sei voli: il lunedì, il martedì, il mercoledì, il giovedì, il venerdì e la domenica. I biglietti sono già a disposizione sul sito internet della compagnia.