Malpensa (Varese), 2 ottobre 2017 - I trucchi per nascondere i soldi sono infiniti: dai pennarelli dei bambini ai fustini del detersivo, Espedienti che però non sono sfuggiti ai controlli della Finanza di Malpensa nel corso di una vasta operazione condotta in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate. Obiettivo dell'attività: contrastare il traffico illegale di valuta. L'operazione "Cash in the clouds" si è svolta attraverso un'attività di intelligence e di profiling di circa quattromila passeggeri in transito, arrivo o partenza dall'aeroporto internazionale varesino.

Nel complesso i controlli - terminati nelle scorse ore - ha portato a multare passeggeri per oltre 600 mila euro e sequestrare valuta per circa 400 mila. Stando alle verifiche della fiamme gialle, circa 1.900 passeggeri controllati non avrebbero dichiarato il denaro contante che avevano con sé, per importi superiori ai diecimila euro. Alcune delle persone fermate dai finanzieri sono risultate totalmente sconosciute al fisco. Nel luglio scorso un cittadino cinese ha nascosto il denaro (oltre 18 mila euro) nei pennarelli dei figli, mentre un imprenditore nigeriano diretto a Lagos è stato bloccato con buste chiuse con fustini di detersivi in polvere, all'interno dei quali c'erano oltre 200 mila euro, di cui parte in banconote false.