Varese,13 febbraio 2018 - Una carta promozionale per valorizzare le bellezze artistiche e paesaggistiche del Varesotto. L’anteprima è in distribuzione alla Bit 2018, la Borsa Internazionale del Turismo in svolgimento fino a oggi, nei padiglioni di Fiera Milano City, nel cuore del capoluogo lombardo. Grazie all’impegno della Camera di Commercio, col supporto del Varese Convention and Visitors Bureau, sono stati messi in rete i diversi attori del turismo culturale ed è nata la Varese #DoYouLake? card. Grazie alle sinergie già operative, questa card garantisce sconti e agevolazioni per far sì che la crescita degli arrivi turistici in provincia di Varese possa offrire a tutti i visitatori nuove e ulteriori occasioni di entrare in contatto con le eccellenze che caratterizzano il territorio. Una crescita che ha visto gli arrivi passare dai 631mila del 2006 al milione e 303mila del 2016, in attesa dei dati definitivi dell’anno appena trascorso, che s’annunciano ulteriormente positivi. Tra i primi a credere a quest’iniziativa di promozione turistico-culturale è il progetto Varese4U per la diffusione della conoscenza dei quattro siti Unesco (Sacro Monte, area palafitticola dell’Isolino Virginia, spazio paleontologico del Monte San Giorgio e insediamenti longobardi di Castelseprio e Torba).

Siti che fanno della nostra provincia un unicum in quella Lombardia che è la regione italiana con più località Patrimonio dell’Umanità. Non solo, perché la sinergia nella promozione turistico-culturale s’allarga ai beni Fai: Villa e Collezione Panza a Varese, Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno e lo stesso Monastero di Torba (che è anche sito Unesco). Immediata anche l’adesione del museo Maga di Gallarate e del Fisogni di Tradate, una realtà unica del suo genere in Europa, che illustra la storia delle stazioni di rifornimento dei carburanti per veicoli a motore. E insieme i musei del Sacro Monte, con il Baroffio e del Santuario e il Pogliaghi. Attiva, poi, fin da ora la collaborazione con il Comune di Varese con i suoi musei, tra cui villa Mirabello e il castello di Masnago, e con altri attori pubblici e privati del settore turistico. Fra questi, l’amministrazione provinciale con l’eremo di Santa Caterina del Sasso. «Questa della Varese #DoYouLake? Card – sottolinea il presidente della Camera di Commercio, Fabio Lunghi – è un’altra iniziativa con cui il nostro ente si mette a disposizione del territorio con i suoi operatori. La rete per ora delineata è naturalmente aperta a tutti gli attori del comparto turistico-culturale che vorranno dare un contributo concreto».