Tradate, 12 ottobre 2017 -  Il negozio aveva aperto da poche settimane ma i ladri che l’hanno preso di mira, pur di mettere le mani sui telefoni cellulari in esposizioni, non hanno esitato a distruggere saracinesca, vetrina e diversi arredi. Insomma oltre ai danni della merce rubata, della giornata di lavoro persa, per la proprietà ci sarà da sostenere anche consistenti costi per interventi di manutenzione e ripristino dei locali. Ma facciamo un passo indietro e torniamo all’altra sera quando è stata messa a segno una spaccata in pieno centro. Tutto è iniziato intorno all’una e trenta quando i ladri, sicuramente ad agire sono state più persone, hanno scagliato un Fiat Doblò contro la saracinesca del punto vendita e riparazioni di telefonia in Corso Bernacchi, vicino a piazza Mazzini. Con un paio di «affondi» i malviventi si sono aperti un varco.

Sono stati rapidissimi hanno preso tutti i telefoni in esposizione e si sono dileguati prima che i residenti della zona potessero capire da dove provenisse il rumore e scendere a vedere cosa stesse succedendo. Immediata la chiamata ai carabinieri ma quando i militari della tenenza di Tradate sono arrivati sul posto dei malviventi non c’era più traccia. E’ stato allertato il responsabile del punto vendita e sono state avviate le indagini recuperando le immagini della videosorveglianza della zona che saranno utili non solo per ricostruire la dinamica del blitz ma anche per capire da dove arrivano i malviventi. Ieri mattina la saracinesca sfondata e la vetrina in frantumi hanno catalizzato l’attenzione di quanti passavano in corso Bernacchi che si sono avvicinati per vedere i danni provocati dal furgone lanciato contro l’ingresso dell’attività commerciale.