Varese, 9 febbraio 2018 - "Il rilancio dei quartieri parte anche da qui: nuovi posteggi, così come avevamo detto. Promessa mantenuta dalla giunta guidata da Davide Galimberti". L’assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati illustra il nuovo tassello del piano di mobilità di Varese. Nuovi posteggi deliberati in Giunta per far fronte alla fame di posti auto segnalata dai cittadini. "Dialogheremo con i varesini – dice Civati – non sarà un progetto calato dall’alto. Raccoglieremo le esigenze dei varesini e le inseriremo nei progetti".

I quartieri interessati sono Cartabbia, Rasa, Sant’Ambrogio, Bizzozero. "Abbiamo indicato delle aree in cui sorgeranno posti auto – osserva Civati – e si tratta di terreni che sono già stati individuati, a suo tempo, nel Pgt, come aree servizi. I primi tre si trovano a Sant’Ambrogio, Rasa, Cartabbia. Per la Rasa si tratta di un’area dietro la scuola elementare Mameli – spiega Civati – e sarebbe il vecchio parcheggio a servizio della scuola». E ancora: «A Cartabbia utilizzeremo un’area che nel Pgt è già indicata a parcheggio. È in via Tasso, poco prima dell’asilo, ma oggi è privata, necessita dunque di un esproprio o comunque una acquisizione bonaria con il proprietario".

"Il quarto parcheggio avrà un iter diverso – specifica l’assessore –, è a Bizzozero, ed era stato individuato in via Eupili dal Pgt, ma si tratta di un’opzione controversa nel quartiere perché è un’area verde. Su questo, vorrei specificare, che non abbiamo preso alcuna decisione e se gli abitanti preferiranno un’altra opzione, noi troveremo un’alternativa. Anche se il Pgt indica in questa zona un’area di parcheggio". E qui Civati insiste: "I cittadini hanno sottolineato alcune criticità su questa scelta – conclude l’assessore –, voglio che sia chiaro che prima di prendere qualunque decisione li incontreremo e ascolteremo i loro suggerimenti. La volontà è quella di ascoltare, di confrontarsi prima di prendere delle decisioni".