Saronno (Varese), 19 settembre 2017 - Riaperta l'udienza preliminare per l'inchiesta 'Angeli e Demoni' sulle morti sospette in corsia al pronto soccorso di Saronno: l'ospedale è stato citato quale unico responsabile civile dal Gip Sara
Cipolla del Tribunale di Busto Arsizio.  L'inchiesta vede l'ex viceprimario del reparto di urgenza di Saronno, Leonardo Cazzaniga, accusato di aver ucciso quattro pazienti somministrando loro farmaci anestetici volontariamente in sovradosaggio e, in concorso con l'amante e infermiera Laura Taroni, anche della morte del marito, della madre e del suocero della donna.

Nel corso dell'udienza odierna, è stato fissato per il 25 settembre il conferimento della nomina dei periti che effettueranno una perizia psichiatrica su Leonardo Cazzaniga e Laura Taroni, rispettivamente medico ex vice primario del Pronto Soccorso di Saronno e infermiera dello stesso reparto. La coppia di amanti é accusata di aver ucciso insieme, attraverso la somministrazione di farmaci, il marito di Taroni, Massimo Guerra, il suocero Luciano Guerra e la madre Maria Rita Clerici. Il medico è accusato anche di quattro decessi sospetti in corsia, sempre attraverso somministrazione di medicinali che lui stesso denominava "protocollo Cazzaniga". Sempre il 25 è previsto l'interrogatorio dell'infermiera. Ulteriori udienze sono state calendarizzate fino a gennaio, quando il Gip dovrebbe pronunciarsi sugli eventuali rinvii a giudizio della coppia e dei medici, in totale undici quelli indagati a vario titolo per favoreggiamento, omessa denuncia e falso, tutti in forze all'ospedale di Saronno all'epoca dei fatti.