Saronno (Varese), 15 marzo 2017 - Nella notte tra lunedì e martedì è stata ricoverata all’ospedale di piazzale Borella una diciassettenne. La ragazza sarebbe arrivata in pronto soccorso con i genitori la notte scorsa con la febbre alta. Gli accertamenti avrebbero confermato una malattia invasiva batterica. Si sospetta un caso di meningite.

La ragazza, come è riportato in un comunicato diffuso dall’Ats Insubria, è stata subito ricoverata e sottoposta agli accertamenti per identificare con precisione la patologia così da fornirle tempestivamente tutte le cure del caso. Come previsto in questi casi si sono subito mobilitati sia l’Ats Insubria e l’azienda ospedaliera Valle Olona, attivando tutti i protocolli.

L'attività delle strutture prosegue su due fronti: la cura della giovane e, ovviamente, la prevenzione di un eventuale contagio. A scopo precauzionale, per esempio, la famiglia è già stata sottoposta alla profilassi prevista in circostanze di questo tipo. L’ultimo caso di meningite in provincia di Varese risale al febbraio scorso quando una donna di 32 anni è deceduta al pronto soccorso dell’ospedale di Luino, dove era sta ricoverata poche ore prima. Le analisi effettuate in ospedale avevano confermato che la donna era stata colpita da una meningite da pneumococco.