Malpensa (Varese), 6 dicembre 2017 - Andiamo all’opera. Dove? Ma all’aeroporto di Malpensa. Già, il grande scalo continua nella sua attività di promozione culturale e dunque anche della bella musica e ieri il Terminal 1, nell’area delle partenze, è stato palcoscenico internazionale per tre giovani cantanti, solisti dell’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici del Teatro alla Scala, Gustavo Castillo, baritono, Chuan Wang, tenore, Chiara Tirotta, mezzosoprano, accompagnati al pianoforte da Nicola Dal Cero. In programma alcune arie famose dal “Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini, da “Largo al factotum” a “Una voce poco fa”.

Un recital che ha piacevolmente sorpreso i passeggeri che erano in attesa di imbarcarsi e che grazie all’evento proposto da Sea si sono trovati immersi nell’opera di Rossini. Un pubblico internazionale per i tre giovani solisti, ad ascoltarli nell’area check – in cinesi, tedeschi, svizzeri e italiani, una piccola folla che si è radunata non appena le note rossiniane hanno cominciato a diffondersi con la potente voce di Gustavo Castillo. "Una bella iniziativa" ha commentato una coppia svizzera, Marò e Miroslav Malek "da proporre più spesso in aeroporto, in questo modo si diffonde la conoscenza del patrimonio lirico". In attesa di partire per Siviglia, una coppia di italiani, Giuseppe Marino e Daniela Lo Feudo, si sono fermati ad ascoltare l’esibizione lirica, "è una bella sorpresa, che avvicina anche chi non conosce molto la musica operistica". Contenti i tre giovani solisti, Gustavo Castillo, venezuelano, Chuan Wang, cinese e Chiara Tirotta, italiana, "una bella esperienza per noi – ha detto Castillo – iniziative come questa, in luoghi ben diversi dai teatri, sono importanti per far conoscere e amare la lirica. L’opera deve arrivare ovunque, non ci devono essere muri, via il pregiudizio che la lirica sia difficile". Ad applaudire i giovani e promettenti solisti tre appassionate di opera lirica, tre amiche che ieri si sono date appuntamento a Terminal 1, quasi per magia una “piccola Scala”.

"Abbiamo saputo del concerto e siamo qui – ha spiegato Porzia Lillo, docente in pensione, di Busto Arsizio – è una bellissima iniziativa, utile a far conoscere la musica lirica anche a chi magari non si avvicinerebbe mai all’opera". Con lei le amiche Manuela Mascheroni e Gabriella Polimeni, anche per loro eventi come il recital rossiniano sono da riproporre "per far conoscere la bella musica". E da non perdere la “prima” al Teatro alla Scala di domani 7 dicembre: nessun problema, se si è rimasti senza posto al Piermarini, sempre a Malpensa, al Terminal 1, alla Porta di Milano si potrà assistere alle 18 alla diretta dell’atteso “Andrea Chenier”, che inaugura la stagione.