Malpensa (Varese), 8 luglio 2017 - Bloccata un'organizzazione che faceva entrare in Italia cocaina proveniente dalla Repubblica Dominicana attraverso l'aeroporto di Malpensa. La Guardia di finanza con l'operazione “San Pedro” ha fermato una banda che importava cocaina servendosi di corrieri: al momento ci sono 13 persone iscritte nel registro degli indagati, 5 arrestati e 22 chili di cocaina sequestrati. L'indagine è iniziata dall’arresto di un cittadino italiano, B. A. di anni 40, proveniente da La Romana, in Repubblica Dominicana, e trovato in possesso di oltre 5 chili di cocaina. Grazie alle indagini della Procura di Busto Arsizio è stato bloccato all'aeroporto lombardo anche un altro cittadino italiano in arrivo dalla stessa località caraibica: era in possesso di 6 chili di droga. Si sono così chiariti i contorni dell'organizzazione criminale: le basi erano ad Arezzo e San Benedetto del Tronto, ma non mancavano punti di appoggio in Svizzera. La banda si approvvigionava direttamente dai narcotrafficanti dominicani. 

Gli esiti dell'indagine hanno permesso anche di scongiurare che venissero immessi nel mercato della droga 10 chili di cocaina purissima suddivisa in 9 panetti all'interno di una valigia. Sono così stati arrestati altri 2 corrieri: Q.B.G. di anni 24 di nazionalità dominicana e B.N. di anni 21, cittadino svizzero.In questa fase dell'indagine è stato individuato anche un terzo soggetto di nazionalità dominicana, tale V.L.F.A di anni 36 residente in San Benedetto del Tronto, nella sala arrivi dell'aeroporto di Malpensa. Era il destinatario finale della cocaina e il promotore dell’importazione. Su disposizione della Procura di Busto Arsizio è stata organizzata una "consegna controllata" e i tre trafficanti sono stati arrestati nelle vicinanze di un hotel.