Varese, 9 ottobre 2017 - Estorsione, rapina e lesioni personali ai danni di un sacerdote del Varesotto: sono le accuse che hanno portato all'arresto di due stranieri, un marocchino ed un tunisino, scortati nelle ultime ore al carcere di Busto Arsizio. Sulla vicenda è stato mantenuto il più assoluto riserbo. A quanto si è appreso i due uomini avrebbero estorto al prete circa 11 mila euro, in cambio del silenzio su alcuni presunti incontri intimi avuti con lui nel periodo in cui il sacerdote li ha ospitati. 

Nel maggio scorso, a seguito di una ennesima richiesta di denaro sfociata in aggressione da parte di uno dei due giovani, il sacerdote aveva deciso di sporgere denuncia. Le indagini dei carabinieri, coordinati dal Pm Rosaria Stagnaro, hanno portato stamane all'arresto dei due presunti responsabili delle estorsioni, che vivono nel Varesotto.