Busto Arsizio (Varese), 14 luglio 2017 - Ha sorpreso uno sconosciuto che era entrato nella sua stanza da letto: prima lo ha preso a bastonate, poi ha chiamato la polizia. Solo dopo ha scoperto che era l'ex fidanzato geloso della colf che lavora nell'appartamento. È  accaduto ad un anziano di 87 anni di Busto Arsizio nella notte tra giovedì 13 luglio e venerdì 14 luglio. Gli agenti, dopo aver identificato il presunto ladro, un peruviano di 33 anni con piccoli precedenti, senza fissa dimora né permesso di soggiorno, hanno ricostruito i fatti: si trattava dell'ex fidanzato della domestica, anche lei nell'appartamento.

La donna ha raccontato ai poliziotti che all'una era stata svegliata da rumori provenienti dal balcone della sua stanza e, contemporaneamente, dagli squilli del cellulare. Al telefono c'era l'ex, geloso e mai rassegnato alla fine della loro relazione, che diceva di essere sul balcone e le intimava di aprire la porta finestra perchè voleva controllare se fosse in compagnia di un altro uomo. Al rifiuto della donna il peruviano ha sollevato a forza la tapparella e ha preso a calci la porta finestra, rompendola e riuscendo così a entrare nella stanza. La donna, sempre più spaventata, inseguita dallo spasimante, si è rifugiata nella camera del datore di lavoro che, svegliatosi, ha visto l'uomo e scambiandolo per un ladro lo ha preso a bastonate. Gli agenti della volante hanno verificato che il sudamericano, ubriaco, era arrivato sul balcone dopo aver scavalcato il cancello di una ditta confinante ed essersi arrampicato su alcuni tubi e lo hanno arrestato per violazione di domicilio.