Laveno Mombello (Varese), 5 dicembre 2017 - E' accusato di aver i rruzione nella casa della ex compagna armato di ascia e manganello, lo scorso 3 novembre, minacciando la donna e altre persone presenti, che erano riuscite ad allontanarlo. L'uomo, 48 anni, ora è stato arrestato dai carabinieri di Laveno Mombello (Varese), che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'uomo è accusato di tentato omicidio, violazione di domicilio aggravata, atti persecutori e porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere. 
 
I militari, coordinati dal pm Annalisa Palomba, in seguito all'aggressione hanno ricostruito una serie di atti persecutori nei confronti della donna da parte del 48enne, che - secondo quanto emerso - non accettava la fine della relazione. Episodi che hanno portato all'ordinanza di custodia cautelare disposta dal gip di Varese.