Basiglio (Milano), 30 luglio 2016 - Buone notizie sono arrivate da Skarnes, in Norvegia. Agli Europei under 21 l’Italia dello sci nautico ottiene una buona medaglia di legno, con 6.145, 34 punti, alle spalle delle potenze Bielorussia, Gran Bretagna e Francia. Un risultato merito anche di Alice Bagnoli e Gianmarco Pajni. La prima, 18enne di Basiglio, ha vinto un oro e un argento, il secondo, un bronzo.

Alice sale sul gradino più alto nella disciplina slalom, con 2 boe a 55 km/h davanti alla bielorussa Aliaksandra Danisheuskaya e all’inglese Charlotte Wharton: "Sono molto felice del risultato. Lo slalom è la gara che prediligo, come dimostrano i risultati. In Europa il livello è molto alto e sono felice per come sono andata, anche se per i Mondiali devo ancora migliorare tanto". Secondo posto, invece, nelle figure: "Puntavo a fare qualcosa di più, ma va bene lo stesso. Mi rifarò più avanti".

Lo sci nautico per Alice rappresenta una ragione di vita e per questo si prenderà un anno sabbatico per allenarsi: "Darò il 110%. Voglio vedere come andrò, anche se comunque nel settembre 2017 riprenderò a studiare: college in Louisiana, a Monroe, dove potrò continuare a fare sci nautico a livello professionistico studiando".

Il ventenne Gianmarco ottiene un bronzo nelle  figure con 9.640 punti dietro il francese Lindsay Bordier e (9.790) e l’ucraino Danylo Fil’Chenko (10.390). Una medaglia che vale quasi come un oro per il classe ’96 di San Donato Milanese visto che si è allenato solo 10 giorni prima dell’Europeo: "Sto facendo molta fatica a conciliare sport e università – conclude -. Spero in futuro di potermi allenarmi di più".