Cesano Boscone (Milano), 14 aprile 2017 - Il Pd cesanese perde un pezzo e in Consiglio comunale nasce un nuovo gruppo consigliare: Mdp. Ad aderire ad Articolo 1, il Movimento democratico progressista è Nicola Bersani, architetto e figura di spicco dell’area socialista cesanese. Iscritto nelle fila del Partito democratico dal 2007, la decisione non è stata semplice: il crescente malcontento e la scissione sfociata platealmente durante il referendum costituzionale, che è costato il ruolo di premier a Matteo Renzi, ha spinto Bersani a fare la sua scelta. Una scelta che non metterà in crisi l’amministrazione locale ma che potrebbe riportare a Cesano e nel sud ovest milanese la «componente progressista» .

«Sono interessato a ricostruire un centro-sinistra non condizionato da ambizioni personali, un progetto che sia all’altezza dei tempi per rilanciare una politica vissuta come utile ed efficace. – spiega Bersani - Il problema della sinistra infatti non è liberarsi da Renzi ma è ritrovare i valori socialisti sui cui poterci identificare e che l’Art.1 può rappresentare». La fede socialista rimane un punto fermo per Bersani. «Io sono e rimango socialista», afferma. «Ed è anche per questo che aderisco ad Articolo 1, movimento democratici progressisti, che si è già costituito a livello nazionale. – conclude il consigliere Ora con la mia decisione si formalizza la nascita di un nuovo gruppo consigliare anche a Cesano. Abbiamo il simbolo. E si sta formando una struttura organizzativa. Nelle prossime settimane si creeranno anche gli organismi territoriali attraverso una sorta di assemblea costituente».