Buccinasco (Milano), 9 agosto 2016 - "La chiamata del sindaco Giuseppe Sala ai comuni del milanese, ad adoperarsi per accogliere i migranti, è legittima e sacrosanta, ma Buccinasco si è già mossa prima: da metà aprile ospitiamo 6 minori stranieri non accompagnati in una struttura confiscata alla 'ndrangheta, e obiettivamente non siamo in grado di ospitarne altri, perchè non ci sono altre strutture. Peraltro Buccinasco è completamente sprovvista di strutture alberghiere: quindi, anche se il Comune decidesse di utilizzare dei fondi, non potrebbe comunque farlo. Tutto quello che potevamo fare lo abbiamo già fatto". Così il sindaco di Buccinasco, Giambattista Maiorano, del Pd, interpellato riguardo alle parole del sindaco Giuseppe Sala, spiega le possibilità di accoglienza nel suo Comune.

"Giusto che ogni comune faccia la sua parte, soprattutto in vista del fatto che non ci troviamo di fronte a un'emergenza momentanea ma a un fenomeno di lungo periodo. Proprio per questo noi abbiamo fatto la nostra parte e non possiamo fare altro per mancanza di luoghi idonei: a queste persone bisogna dare una risposta che offra una prospettiva". Per il sindaco di Buccinasco comunque "hanno ragione Sala e il prefetto a chiedere uno sforzo a tutti, senza polemica con quei sindaci che hanno detto 'no' e basta". Quanto alla possibilità del ricorso all'uso di tende "in un momento di emergenza acuta è chiaro che una risposta va data. Certo, se si arriva alle tende diventa problematico per tutti, anche per la percezione del problema da parte dei cittadini e rispetto a una tranquilla convivenza".