Peschiera Borromeo (Milano), 19 giugno 2016 - E' il giorno del ballottaggio per scegliere il nuovo sindaco di Peschiera Borromeo, dove alle 23 l'affluenza finale è stata del 49,42%, in netto calo rispetto al primo turno quando alla stessa ora aveva votato il 58,78% degli aventi diritto. C'è stato quindi un crollo di quasi dieci punti. 

. Al primo turno Caterina Molinari e le liste civiche che l’hanno supportata hanno raggiunto un risultato oltre ogni aspettativa: la candidata si è stata catapultata al primo posto nelle preferenze degli elettori con il 34,21 dei consensi, davanti a Luca Zambon, il sindaco uscente sostenuto dal Pd e da due liste civiche che si è fermato al 28,91%.

I due sfidanti al ballottaggio, al primo turno del 5 giugno hanno staccato nettamente Carla Bruschi, che pure aveva ottenuto il sostegno di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia catalizzando i consensi di tutto il centrodestra, con un deludente 24,04%; e Davide Toselli del Movimento 5 Stelle che conferma il risultato ottenuto alle precedenti elezioni amministrative attestandosi sul 12,83%.

Al ballottaggio si affrontano due candidati che, solo 18 mesi fa, sedevano dalla stessa parte. Uno scontro fra giovanissimi: Caterina Molinari, mamma di due figlie, ha da pochi mesi compiuto 33 anni mentre Luca Zambon ne compirà 31 a breve. Se Molinari vincerà, sarà la prima volta per Peschiera Borromeo di vedere una donna sedere sulla poltrona di primo cittadino.