Rozzano (Milano), 12 febbraio 2018 - I lavori del tram 15, finalmente vedono la luce: termineranno infatti entro l’inizio dell’estate. Il primo tram sul nuovo tragitto, dopo i collaudi necessari, si vedrà sfrecciare  da settembre. Parola di Mm. L’annuncio è arrivato in maniera congiunta, durante una pubblica assemblea, dal sindaco di Rozzano, Barbara Agogliati e dall’ingegner Calogero Napoli, delegato di Mm, che segue il cantiere rozzanese. Un’opera per la cui realizzazione si sono voluti 12 anni di cantieri. Un tempo biblico, causato da varie vicissitudini, quali i fallimenti di due aziende che avevano in subappalto i lavori che hanno causato lunghi stop ai lavori e in ultimo i furti nel cantiere: sono sparite alcuni mezzi per un valore di alcune centinaia di migliaia di euro. Furti avvenuti anche durante il giorno come ha ammesso anche il delegato di Mm.

«Il cantiere del tram è in fase conclusiva, a giugno termineranno i lavori e a settembre si prevede l’attivazione della linea – spiega il sindaco Barbara Agogliati - In questo modo finalmente arriverà un servizio tanto atteso dai cittadini e non si appesantirà la viabilità cittadina con la concomitanza con i cantieri  per la realizzazione della altre opere relative alla riqualificazione di piazza Foglia». Circa i tempi di consegna della nuova tratta è stato esplicito il delegato di Mm, Calogero Napoli: «Dopo i vari problemi durante l’esecuzione dei lavori, la nuova azienda sta procedendo spedita. Sono in fase di realizzazione la rete elettrica e la pavimentazione delle fermate».

La storia del prolungamento del tram 15 è cominciata 12 anni fa con un primo cantiere che ha tenuto in scacco la città per due anni: spostamento dei servizi nel sottosuolo lungo il nuovo tragitto. Poi, dopo un anno di sosta per l’appalto per la realizzazione della strada ferrata e delle fermate, sono ripresi i lavori. Era il 2009. Otto anni per realizzare due chilometri di binari e 5 nuove fermate: viale Romagna, via Lombardia, piazza Foglia (Municipio), via Togliatti e Guido Rossa angolo via della Cooperazione dove sorgerà il capolinea e un nuovo parcheggio. I costi dell’opera erano stati stimati in 18 milioni di euro mala cifra probabilmente sarà ritoccata al rialzo.