Corsico (Milano), 9 febbraio 2018 - Spesso è discussa e discutibile, specialmente per l’uso che ne viene fatto. In questo caso, però, ha dimostrato il suo grande potenziale positivo. Grazie a Stefania Sala, al suo animo sensibile e alla sua lealtà, ieri, la Rete ha raggiunto uno dei suoi momenti più nobili: trovare i proprietari di un regalo che non è mai giunto a destinazione,  perché smarrito.

Tutto è successo qualche giorno fa, a Corsico. Stefania, dipendente comunale, stava rientrando al lavoro dopo la pausa pranzo quando ha trovato, a pochi passi dalla fermata del pullman davanti al parco di via Resistenza, il sacchettino con impresso il logo di una gioielleria milanese. “In un primo tempo ho pensato a uno scherzo, era in perfette condizioni. – racconta Stefania - Per un po’ ho camminato con il pacchettino ben visibile in modo che l’eventuale proprietario potesse riconoscerlo. Poi, una volta in ufficio ho avuto un’idea e ho detto: ci provo”.

Ha fotografato la confezione e ha iniziato a postare sui gruppi e sulla sua pagina Facebook l’immagine con il relativo commento: “Restituirò a chi mi dirà esattamente cosa contiene il pacchetto”. Il messaggio è stato condiviso e sempre più persone hanno fatto il tifo per questa storia, questo esempio positivo che restituisce fiducia nelle persone e nella Rete. Dopo tante visualizzazioni, finalmente, quella giusta. Una delle proprietarie del pacchettino ha notato la foto e ha scritto in privato a Stefania. La storia è questa: Donatella e Clelia avevano comprato un regalo a Cristina la loro amica appena diventata mamma. Ovviamente, anche la consegna del sacchettino alle legittime proprietarie è stata immortalata e postata su Facebook diventando il lieto fine di una bella favola social.