Trezzano sul Naviglio (Milano), 2 dicembre 2017 – Ha lasciato i suoi quattro cani in macchina, tutta la notte, con le temperature scese sotto lo zero. Appena i residenti e i negozianti di via Morona, all'altezza del civico 52 si sono accorti che i piccoli bassotti guaivano, questa mattina presto, hanno subito dato l'allarme. Il tam tam sui social, l'intervento dei carabinieri, dei vigili del fuoco e di due macchine della polizia locale. È uscito anche il veterinario della Asl che per fortuna ha constatato che i cuccioli non erano in pericolo di vita. Infreddoliti e impauriti, sono rimasti chiusi in macchina oltre 12 ore, prima che gli agenti riuscissero a rintracciare la padrona. Residente a Zerbolò, provincia di Pavia, la proprietaria era ospite di un amico, in via Morona, proprio di fronte a dove aveva parcheggiato la macchina con i cani dentro.

"A casa mia c'erano i riscaldamenti fuori uso, l'amico che mi ospita non può tenere i cani, quindi li ho lasciati in macchina. Ma credetemi, io li amo come se fossero figli", ha cercato di giustificarsi con gli agenti della polizia locale e con i cittadini che avevano "vegliato" i cagnolini per ore prima di riuscire a liberarli. "Sono in difficoltà, mio padre ha una villa a Corsico e non vuole ospitarmi, non sapevo cosa fare", ha continuato, mentre le contestavano di aver abbandonato i cuccioli. Ora procederà il magistrato competente, dopo il verbale di servizio presentato dai vigili. I cittadini preoccupati delle condizioni dei cani l'hanno accusata di aver "abbandonato dei poveri cuccioli che non hanno alcuna colpa. Come si fa a lasciarli in macchina per ore, senza cibo, al freddo? Bisognerebbe denunciarla". La proprietaria ha ripreso i suoi cani,ha continuato a giustificarsi e ha provato a lanciare un appello: "Non li voglio portare in canile, senza di me si ammalano e muoiono. Ho bisogno di aiuto, magari qualcuno me li può tenere qualche giorno. Non sono una persona cattiva"