Milano, 3 dicembre 2017 -

Gentile Governatore, da medico e da paziente le chiedo se non ci possa essere la possibilità, in tempi brevi, di pagare i ticket per analisi, ricoveri, cure, esami e quant’altro, in modo diverso dal sistema attuale. Mi vengono in mente molti metodi che, in un’era moderna e in una realtà all’avanguardia come Regione Lombardia, dovrebbero essere presi in considerazione: pagamenti on line, farmacie,ricevitorie Sisal e altre realtà.  Luca A. Baroldi Torelli, medico chirurgo specialista in malattie cardiovascolari

Gentile dottor Luca, Regione Lombardia ha da sempre sperimentato forme di pagamento più semplici per i cittadini e ora ha aderito al circuito PagoPA predisposto da Agenda Digitale per le pubbliche amministrazioni. Di cosa si tratta ? PagoPA non è un sito dove pagare, ma una nuova modalità per eseguire presso i prestatori di servizi aderenti i pagamenti verso la pubblica amministrazione in modalità standardizzata. Si possono effettuare i pagamenti direttamente sul sito, o sull’app, oppure presso il proprio istituto di credito; utilizzando l’home banking della banca dove si trovano i loghi Cbill o PagoPA; agli sportelli Atm della banca se abilitati; nei punti vendita di Sisal, Lottomatica e Banca 5 presso le Poste, se la pubblica amministrazione interessata ha attivato tale possibilità. Questo sistema permette di pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi tipo di pagamento verso le pubbliche amministrazioni centrali e locali, ma anche verso altri soggetti, come aziende a partecipazione pubblica, scuole, università e, appunto, strutture sanitarie. La diffusione nelle strutture sanitarie in Lombardia è già iniziata e vedrà la sua completa diffusione nei primi mesi del 2018, ovvero tra poche settimane. Come vede, gentile dottore, la Regione Lombardia cerca sempre di essere 
al passo con i tempi e con le richieste dei suoi cittadini, soprattutto nel campo dell’innovazione.

Inviate le vostre domande a: chiediloamaroni@ilgiorno.it