Sondrio, 5 ottobre 2017 - Anche il senatore valtellinese Benedetto Della Vedova, sottosegretario agli Affari esteri, partecipa allo sciopero della fame a staffetta iniziato oggi, giovedì 5 ottobre, per sostenere la discussione in aula e la fiducia sul provvedimento dello Ius soli. L'iniziativa è stata lanciata da un gruppo di insegnanti e ha già visto l'adesione di molti politici, tra cui appunto anche Della Vedova. 

Un'adesione, però, che ha già sollevato polemiche in ambito provinciale. "Il parlamentare valtellinese (non per elezione visto che non è mai stato eletto in Valtellina) Benedetto della Vedova ha deciso di fare lo sciopero della fame a staffetta per lo Ius soli - scrive su Facebook Maurizio Piasini, capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale a Sondrio -. Per lui ed altri parlamentari la priorità è la cittadinanza facile e non l'aumento dell'età pensionabile (vedi Fornero), la diminuzione dell'aspettativa di vita degli italiani, la disoccupazione, la fuga dei giovani all'estero. La sua priorità è quella e per le altre cose chissenefrega".