Sondrio, 21 agosto 2017 - Nuova organizzazione di tracciati e più servizi per il ciclismo. E' l'arricchita proposta del mandamento di Sondrio che migliora fruibilità e attrattività all’insegna del turismo “en plein air”. Il versante Orobico e il fondovalle con il Sentiero Valtellina, la sponda retica con la Via dei Terrazzamenti ad attraversare borghi e vigneti, e la nuova dorsale della ciclabile del Sentiero Rusca che collega il fondovalle alla Svizzera attraverso la Valmalenco, sono solo alcune delle molteplici proposte presentate in questa edizione di “Euro Bike” a Friedrichshafen (GER), manifestazione di riferimento per il mondo del ciclismo tecnico e turistico internazionale.

“Il turismo legato al mondo bike è un trend forte, per il quale il Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco ha delle buone carte da giocare. La “bici” quindi è uno dei grandi temi su cui si sta puntando nel marketing turistico. Con la partecipazione di 65mila visitatori e di circa 1.800 giornalisti specializzati Eurobike è un’ottima piattaforma per posizionarci e presentarci come destinazione ciclistica. In questa manifestazione, e in altre similari, il Consorzio Turistico si presenterà con un bagaglio di esperienze maturate giorno per giorno da tutti gli attori del territorio. Oltre alle proposte esistenti, si punterà sull’area del Bernina, vera porta d’ingresso per gli amanti delle due ruote del Nord Europa. Un’area che da sempre non vuole segnare confini ma costruire un “continuum” di culture, paesaggi e percorsi”. “Con questo spirito dichiara Roberto Pinna, direttore del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco si vuole dare un’ulteriore contribuito al progetto turistico in atto con la Comunità Montana Valtellina di Sondrio. Un progetto che vede tutti i Comuni del territorio attori nel panorama delle 2 ruote non solo Italiano ma anche Europeo.

Un'offerta turistica presentata dal Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco, in piena evoluzione, sia nella creazione di itinerari fisici che permettono più attività a contatto dell'ambiente in piena sicurezza, sia nella disponibilità di professionalità e servizi a supporto dell'ospite, sia nella predisposizione di opportuni materiali che rendano l’area conosciuta e fruibile per tutti gli appassionati delle due ruote. Tali supporti saranno divulgati al pubblico ma, soprattutto, agli operatori commerciali turistici con cui si terranno appuntamenti di lavoro già calendarizzati, con la prospettiva di presentare un prodotto appetibile nella prossima programmazione dell'estate 2018.