Livigno, 27 aprile 2017 - “Grazie alla collaborazione con diversi soggetti, in primis con l’amministrazione comunale di Livigno, i vertici dell’Agenzia delle entrate e il ministero dell’Economia e delle finanze, è stato finalmente risolto il problema del registro per le imprese non soggette ad Iva”. Lo ha dichiarato in una nota il senatore valtellinese Mauro Del Barba, a seguito dell’emanzione del provvedimento che risolve la questione relativa all’Iva. “La questione che angustiava da mesi moltissimi commercianti derivava da un articolo del Dpr 600/73, che non teneva in considerazione le peculiarità dei territori extradoganali. Solo a Livigno erano coinvoltI oltre 300 piccoli imprenditori, per le quali la norma introdotta era di fatto impossibile da applicare: tantissimi tra loro erano commercianti al minuto, bar e ristoranti, che si sarebbero trovati sostanzialmente bloccati nella loro attività quotidiana.”


“Il lavoro di questi mesi ha permesso di giungere a una circolare interpretativa che chiarisce ogni dubbio ed esplicita che per Livigno non si applicano gli obblighi e le procedure previste nella registrazione dei clienti: una notizia positiva di grande impatto per i diversi contribuenti coinvolti - ha concluso il senatore valtellinese -. Rappresentare concretamente i problemi dei territori a Roma è fondamentale affinché a livello centrale si tengano ben presenti le singole peculiarità: grazie all’ascolto e alla continua disponibilità al confronto del Governo e delle amministrazioni coinvolte il nostro territorio ha sempre trovato risposte adeguate. Sulla scia di queste collaudate collaborazioni a maggio uscirà un provvedimento ad hoc che risolverà anche la questione dello stoccaggio dei tabacchi, evitando ingenti perdite a molti esercenti”.