Sondrio, 9 febbraio 2017 - Confindustria Lecco e Sondrio ha varato il Fondo Bonus Welfare, dall’ammontare complessivo di 100.000 euro, dedicato alle imprese associate che attivano con Union Service il servizio per la redazione e la gestione di piani di welfare aziendale, a completamento della consulenza e del supporto comunque garantiti dall’Associazione frai suoi servizi.
Già dallo scorso novembre, infatti, per affiancare le aziende nella messa a punto dei piani di welfare attraverso l’utilizzo di flexible benefits, Confindustria Lecco e Sondrio ha messo a disposizione il Servizio di Welfare Aziendale, che fornisce supporto nelle fasi di contrattazione e sulle tematiche generali in materia garantito in team dalle aree Fiscale-Tributario e Relazioni Industriali dell’Associazione.

A completamento sono inoltre attivabili, attraverso appunto la società di servizi Union Service con il suo Servizio Welfare - supporto, redazione e gestione dei piani welfare: l’analisi demografica e l’analisi sociologica; l’analisi retributiva; il delivery operativo tramite la piattaforma welfare dedicata che consente alle aziende di gestire in completa autonomia il piano e l’erogazione dei flexible benefits, accogliendo anche le scelte dei singoli dipendenti.

Il Bonus Welfare va a sostegno degli investimenti da parte delle imprese in questo ambito - interessanti anche in ragione delle misure rese strutturali lo scorso anno e confermate per il 2017 - andando a coprire completamente o in parte i costi riguardanti il Set up della piattaforma welfare previsto nell’ambito del Servizio Welfare proposto da Union Service.

Per attivare il servizio, le imprese devono fissare un primo incontro per la valutazione degli aspetti di natura fiscale e sindacale necessari per la conversione del premio di risultato in flexible benefits, oltre che per l’analisi puntuale delle esigenze specifiche. Per accedere al Fondo, le aziende che hanno scelto di attivare i servizi aggiuntivi proposti da Union Service possono inviare la richiesta di contributo a Confindustria Lecco e Sondrio tramite apposita domanda. Le richieste verranno soddisfatte secondo l’ordine cronologico di arrivo e fino all’estinzione del Fondo, che sarà a disposizione fino ad esaurimento delle risorse e comunque non oltre il 31 dicembre 2017.