Sondrio, 16 marzo 2017 - ProWein sta per iniziare. Parte infatti domenica 19 marzo, sino a martedì 21, la fiera del vino di Düsseldorf, diventata ormai un appuntamento importante nel panorama delle manifestazioni enologiche internazionali. Nel 2016 oltre 55.000 visitatori hanno visitato i padiglioni, un'edizione record che punta ad essere superata nel 2017.

La compagine italiana risulta essere quella più rappresentata dopo gli operatori di casa. Il mercato tedesco infatti è uno dei più importanti per le aziende made in Italy. Anche la Valtellina enologica si prepara a partire: quest’anno saranno 9 le aziende che andranno a proporre le loro novità e fare degustare i propri vini, Arpepe, Dirupi, Fay, La Perla di Marco Triacca, Plozza, Mamete Prevostini, Aldo Rainoldi, Le Strie, Triacca.

Il mondo del vino è in continuo movimento ed evoluzione e, per questo, i grandi temi del futuro saranno quelli intrecciati con la sostenibilità ambientale, economica e produttiva. La Valtellina enologica dopo aver lavorato per tanti anni per ottenere una grande qualità globale, si pone oggi in primo piano nel presentare la biodiversità dei propri vini ricchi di personalità, di freschezza e di originale finezza. Merito di un territorio unico, capace di valorizzare al meglio un vitigno come il Nebbiolo coltivato con il massimo della naturalità sopra gli spettacolari terrazzamenti della Valtellina. Una Valtellina enologica, quindi, "nel posto giusto, al momento giusto", in grado di generare vini complessi, ma non complicati, che piacciono agli esperti del settore, ma che sono graditi, piacevolmente, dai consumatori contemporanei e del futuro. I vini di Valtellina si potranno degustare nel padiglione 15, stand G82.