Novate Mezzola, 14 giugno 2017 - Arriva il bel tempo e la zona a ridosso del lido si trasforma in un vero e proprio “campeggio”. L’area è il prato a fianco dei giochi per bambini. Da parte dell’amministrazione comunale non è stata assunta alcuna iniziativa per impedirne l’accesso e la sosta, oltre alle 24 ore, alle “case mobili”.«Basterebbe mettere in evidenza un cartello con il divieto di parcheggio e sosta dei camper e tutto si sistemerebbe - afferma Manuel Lucas Corti, titolare del campeggio «El Ranchero», distante poche centinaia di metri - Inizialmente solo i fine settimana si registrava la loro presenza, in questi giorni, però la maggioranza sono fissi. Il prato, senza alcuna protezione, e mancante di ogni servizio, si riempie di camper e caravan (sono quasi una trentina) e i turisti fanno quello che vogliono a spese dei residenti, compreso il sottoscritto. A nulla è servita la richiesta al Comune di far rispettare la legge e mettere un cartello con il divieto di parcheggio e sosta prolungata ai camper. Continuano a sostare. Sporcano, utilizzano acqua e servizi pubblici, buttano immondizia, il tutto a nostre spese. Non è giusto! Da me sono venuti un sacco di volte a controllare minuziosamente il campeggio e la sua regolarità, ma nessuno va al lido! Non solo, la pista ciclabile che perimetra il campeggio è in pessime condizioni, sporca, maltenuta, pericolosa e alla sera piena di sbandati che si divertono a fare dispetti. E’ divenuta una situazione insostenibile. Tutti gli anni è la stessa storia. La gente viene per riposare ma non può! Sarebbe molto semplice con un divieto ufficiale, evitare questa intrusione, così le forze dell’ordine avrebbero il potere di allontanarli.