Sondrio, 4 ottobre 2017 - E’ stato arrestato nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 3 ottobre, dalla Polizia di Stato un cittadino nigeriano di 31 anni, richiedente asilo politico che soggiornava in un centro di accoglienza nel centro di Sondrio. Osservando i monitor della sala operativa della Questura, gli operatori della Polizia di Stato hanno notato in Via Bonfadini un assembramento sospetto di nigeriani e italiani. Gli agenti della Squadra Volante della Questura sono quindi intervenuti subito con una pattuglia nella zona, dove spesso si radunano gruppetti di stranieri e i controlli sono particolarmente serrati. Il 31 enne nigeriano, alla vista dei poliziotti che si stavano avvicinando al gruppo, si è messo inspiegabilmente a correre. I due agenti, scesi dall'auto, lo hanno raggiunto e fermato, ma lui ha cercato di resistere all'arresto e i poliziotti hanno riportato lesioni giudicate guaribili in 30 e 5 giorni di prognosi. L’immigrato aveva con sé due involucri contenenti due e un grammo di marijuana. Il nigeriano è’ stato arrestato per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, e denunciato per detenzioni ai fini di spaccio di stupefacenti.