Sondrio, 9 gennaio 2018 - La Polizia Stradale archivia il 2017, 70esimo anno dalla costituzione, con un bilancio dai numeri impressionanti. Con le 790 pattuglie della sezione di Sondrio ed il dipendente distaccamento di Mese, sono state accertate 4.883 infrazioni al codice della strada. La più commessa dagli abitanti in provincia è il mancato uso di cinture di sicurezza (605 volte); mentre l’uso dei cellulari alla guida è stato accertato in 253 casi e la velocità elevata in 237. Sono state ritirate in tutto, nell’attività di controllo sulle strade, 240 patenti di guida e 170 carte di circolazione. Nel 2017 sono, però, aumentati i sinistri stradali, passando dai 229 del 2016 a 260. Le persone decedute a seguito di incidenti sono state 10, mentre nel 2016 era stata una.

Rimane alto il livello di guardia contro la guida sotto l’effetto di alcol o stupefacenti, con 1.280 conducenti sottoposti a etilometro e tampone: 145 risultati positivi con 22 veicoli sequestrati. La Polstrada ha continuato a dare forte impulso ai servizi di controllo nel settore del trasporto professionale (svolti anche congiuntamente al personale del Dipartimento Trasporti Terrestri con i Centri Mobili di Revisione). Sono stati controllati 1.355 veicoli (italiani, dei Paesi europei e dei Paesi extra Unione Europea) e sono state contestate 1.495 violazioni. Nel 2017 sono stati attivati controlli degli autobus destinati al trasporto di scolaresche per gite o viaggi di istruzione d’intesa con il Ministero dell’Istruzione. E con le scuole provinciali sono state realizzate anche campagne di informazione ed educazione stradale. Agli ordinari servizi di vigilanza sulle arterie provinciali sono stati affiancati dispositivi specifici secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, su materie particolarmente avvertite nella sensibilità collettiva, ad esempio sulle assicurazioni obbligatorie o autotrasporto nazionale e internazionale di persone. In materia di polizia giudiziaria, sono state denunciate a piede libero 48 persone (tra queste 27 per riciclaggio di autoveicoli provento di delitti e una per possesso di armi bianche). Nell’ambito dell’attività di indagine per i reati di riciclaggio e ricettazione i veicoli sequestrati o recuperati sono stati 29. E, infine, sono state controllate 24 tra autofficine, concessionarie e rivendite di veicoli.