Morbegno, 12 ottobre 2017 - Dall’amalgama degli ingredienti, alla modellazione dell’impasto, alla lievitazione, alla cottura e al prodotto finale: fragranti e gustose ciambelle di pane di segale dal sapore unico e inconfondibile, perché 100% Valtellina. Tutte le fasi della preparazione di questa prelibatezza saranno per la prima volta sotto gli occhi del vasto pubblico della Mostra del Bitto di Morbegno, sabato 14 e domenica 15 ottobre, grazie all’iniziativa fortemente voluta dall’Unione del Commercio e del Turismo, attraverso la sua Associazione Panificatori e Pasticceri presieduta da Luigi Cao, e realizzata con il sostegno di Valtellina Turismo, nell’ambito del più ampio progetto ‘Pane di segale 100% Valtellina’, nato in collaborazione con Coldiretti.
«Siamo giunti a un nuovo e importante step del progetto ‘Pane di segale 100% Valtellina’ che – evidenzia il presidente dei Panificatori dell’Unione del Commercio Luigi Cao –, dopo il primo e positivo anno di sperimentazione, si appresta a un ulteriore salto di qualità, presentandosi in una straordinaria vetrina, al cospetto del vasto pubblico che, proveniente anche di fuori provincia, è solito visitare la Mostra del Bitto di Morbegno. Le squisite ciambelle, infatti, verranno prodotte e vendute direttamente in fiera, nel piccolo laboratorio (munito di impastatrice, tavolo di lavoro, cella per far riposare l’impasto e forno) che sarà allestito all’interno dell’importante spazio espositivo dedicato a questa iniziativa. Nello stand, si alterneranno colleghi dell’Associazione Panificatori che hanno dato la propria disponibilità a partecipare. Colgo l’occasione per ringraziarli così come un ringraziamento particolare va all’Unione Commercio e a Valtellina Turismo, che con il loro supporto ci hanno dato l’opportunità di mettere in campo questa presenza alla più significativa fiera di respiro regionale ospitata ogni anno sul nostro territorio».
Il pane di segale 100% Valtellina verrà prodotto sabato 14 ottobre a partire dalle ore 15 circa e domenica 15 ottobre dalle ore 11 fino alla chiusura della fiera (e comunque fino all’esaurimento del prodotto disponibile). Il pubblico della Mostra del Bitto potrà quindi conoscerlo e apprezzarlo all’interno della tensostruttura che verrà allestita in piazza Sant’Antonio, in una delle aree poco distanti dall’ingresso. Più precisamente, lo stand del progetto ‘Pane di segale’ sarà individuabile grazie al logo 100% Valtellina e alla grafica fortemente caratterizzata che contraddistingue la campagna di comunicazione legata all’iniziativa, cui si uniscono i loghi dell’Unione Commercio e di Valtellina Turismo.

All’interno dello stand, condiviso con Valtellina Turismo, sarà altresì disponibile il materiale promozionale dedicato all’offerta turistica della nostra provincia (cartina Rifugi, Sentiero Valtellina e Ciclabile Valchiavenna, magazine Valtellina ecc.). Il binomio tra turismo e un prodotto d’eccellenza del territorio, quale aspira a divenire il pane di segale 100% Valtellina, appare infatti tutt’altro che casuale e si inserisce in un contesto in cui le prelibatezze enogastronomiche sono di fatto ritenute parte integrante dell’offerta turistica. Ed è per tale ragione che il sostegno alla presenza del pane di segale 100% Valtellina alla Mostra del Bitto va a collocarsi nell’ambito del più ampio progetto di valorizzazione turistica - condiviso tra Regione Lombardia, Provincia di Sondrio, Camera di Commercio, Bim, Valtellina Turismo e Unione del Commercio e del Turismo – del territorio. 

«Ci sono dunque tutte le premesse – conclude il presidente dei Panificatori Cao - perché il progetto ‘Pane di segale 100% Valtellina’, partito in forma sperimentale nel dicembre scorso con l’obiettivo di riportare in Valle un’antica coltura e rendere disponibile a residenti e turisti un prodotto genuino e salubre della nostra tradizione ossia un tipo di pane realizzato con farina di segale originaria esclusivamente della Valtellina, coltivata in modo naturale senza l’uso di fitofarmaci, possa crescere e avere un futuro di lunga durata. Invitiamo, pertanto, il pubblico della Mostra del Bitto a visitare numeroso il nostro stand!».