Livigno, 8 novembre 2017 - Due impianti consecutivi, che totalizzano 3 chilometri di lunghezza, disposti su un dislivello di 900 metri,  tre stazioni completamente nuove, il tutto da realizzarsi nella breve e meteorologicamente imprevedibile finestra estiva di Livigno. I lavori della nuova cabinovia Carosello 3000 di San Rocco dovranno necessariamente completarsi nell’arco di un mese, un'impresa difficile ma non impossibile. La neve ha raggiunto le vette di Livigno in abbondante quantità. Però le ottime condizioni metereologiche del mese di ottobre hanno permesso di lavorare in modo spedito e senza intoppi. I motori sono stati installati, la fune è stata “tirata” e le cabine Cwa da 10 posti hanno raggiunto Livigno. La prossima fase prevede un’ulteriore avanzamento nella costruzione delle stazioni e i collaudi da parte del Ministero dei Trasporti.Stefano Cusini, General Manager di Carosello 3000, non si dà di certo per vinto: “C’è ancora molto da fare, e questa nevicata ci complica un po’ i piani. Però ce l’aspettavamo e non possiamo lamentarci perché per tutto l’autunno il cielo ci ha dato una gran mano. Manca un ultimo sforzo e dobbiamo farcela”.

Nelle ultime settimane il personale di Doppelmayr, uniti agli esperti di Redaelli, ha provveduto al montaggio della fune metallica e alla sua “impalmatura”, la procedura attraverso la quale i due capi vengono uniti tra loro. Le nuove cabine modello Omega IV – 10 SI Twistin, prodotto first class della casa svizzera Cwa, sono pronte per essere messe in linea. Rico Wehrli, responsabile di Cwa, descrive così il modello di cabine scelte da Carosello 3000: “Il top del comfort. Offrono un design elegante unito ad una spaziosità incomparabile, sedute più comode rispetto agli standard, portasci sia esterni che interni. Un vero gioiello che non vediamo l’ora di veder installato nella magica atmosfera della valle di Livigno.”
A livello infrastrutturale, la stazione d’arrivo è stata completamente coperta e diverse imprese stanno ora lavorando alla parte elettrica e alle finiture interne. Successivamente si procederà alla fase dei collaudi diretta dai tecnici del Ministero dei Trasporti.  La nuova cabinovia di San Rocco segnerà un passo decisivo nel rinnovamento delle infrastrutture di Livigno dedicate agli appassionati di montagna e di sport outdoor sia invernali che estivi. Dopo la costruzione di altri impianti nell’ultimo decennio, e di un innovativo progetto mountain bike di cui tutto il mondo sta parlando, il Gruppo Cusini – holding proprietaria di Carosello 3000 – conferma con questa opera la forte propensione ad investimenti atti a rinsaldare il Mountain Resort valtellinese tra le destinazioni top a livello internazionale.