Sondrio, 8 gennaio 2018 - I carabinieri gli trovano 10 grammi di hascisc, lui si spoglia dando spettacolo delle sue nudità e scaraventa il sacchetto del supermercato contro un muro, mandando in frantumi le bottiglie di vetro all'interno che, fortunatamente, non hanno ferito nessuno. Si tratta di un 44enne, disoccupato, di Lanzada. L'uomo, domenica sera, è stato fermato dai Carabinieri di Chiesa nel centro del paese. Dopo un controllo sull'uomo, e la successiva escandescenza, è stato arrestato per violenza o minacce, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, getto pericoloso di cose e atti osceni in luogo pubblico dai Carabinieri della stazione locale. Ieri, a seguito dell'udienza di convalida dell’arresto, è stata disposta la misura dell’obbligo di dimora.

E' stato invece portato nella Casa circondariale di Sondrio, il lecchese di 54 anni sorpreso con 145 euro e strumenti atti allo scasso mentre usciva dall'appartamento del parroco, a Regoledo di Cosio Valtellino. Quest’estate si era già verificata la “visita” di un ladruncolo che, dopo aver scavalcato la recinzione dell’area parrocchiale di Regoledo, si aggirava con fare sospetto. Ma era stato messo in fuga dalla voce del sagrestano. Domenica mattina con la scusa di una confessione per la madre, il 54enne riesce a capire che il prete è impegnato con i suoi parrocchiani. Esce dalla chiesa e riesce a forzare la serratura della casa parrocchiale e ad aggirarsi indisturbato tra le stanze. Il parroco, compreso l'inganno, ha chiamato i Carabinieri che hanno fermato l'uomo