Sondrio, 11 dicembre 2017 - "Ne dovevo ammazzare di piu'". E' quanto ha detto al momento dell'arresto, stando a quanto riferito da fonti giudiziarie, Michele Bordoni, il 27enne che sabato scorso e' piombato addosso ad alcune auto di visitatori al mercatino di Natale a Sondrio.

Da ieri il giovane, finito prima in ospedale e poi in carcere, è accusato di strage perché dalla ricostruzione degli investigatori, emerge che la sua intenzione sarebbe stata quella di uccidere piu' persone. Ipotesi di reato che si aggiunge a quella di resistenza e lesioni aggravate nei confronti di un agente contestate in un primo momento dal procuratore di Sondrio Claudio Gittardi e dal pm Stefano Latorre, che chiederanno al gip la convalida dell'arresto del giovane e il carcere. Bordoni, che nel sangue aveva alti tassi di alcol e tracce di cannabinoidi, aveva investito quattro persone tra cui una donna di 44 anni, ancora ricoverata in Rianimazione.

(fonte AGI)